FORUM RADIOAMATORIALE - "SERVIZIO" o "HOBBY" ..permettete un chiarimento!
    FORUM RADIOAMATORIALE
Sostieni il nostro lavoro. Per altri modi leggi FAQ


FORUM RADIOAMATORIALE
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  




 Tutti i Forum
 Discussioni
 Domande & Risposte
 "SERVIZIO" o "HOBBY" ..permettete un chiarimento!
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


Tutti gli utenti possono inserire NUOVE discussioni in questo forum Tutti gli utenti possono rispondere in questo forum
  Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 2

I4LCK

Utente Master


Inserito il - 08/07/2018 : 16:32:33  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di I4LCK  Guarda l'indirizzo Skype di I4LCK Invia a I4LCK un Messaggio Privato
GM !HI ragazzi non era mia intenzione inserire un altro spot relativo all’argomento “SERVIZIO” o HOBBY” ???… che ritengo aver già esaurientemente chiarito…ma dopo aver letto stamane l’ennesimo spot di IN3ECI mi permetto documentare e smentire certe sue assurde affermazioni scrivendo e valutando secondo la sua scienza l’attività ( servizio) dei radioamatori come un “”DIVERTIMENTO =HOBBY””…inutile !!
Aggiungo un se il soggetto nel suo sito pubblica un band plan obsoleto del 2013 essendo superato da anni (IARU ,Vienna 2016); inoltre fra i radioamatori “famosi” non indica I0FCG Presidente della Repubblica Cossiga e non ultimo cita un testo NON scritto dal navigatore A.FOGAR ma da un giornalista quando lo stesso FOGAR I2NFS .. ( NON I2NS !!!) noto giramondo nel SUO libro “”solo la forza di vivere “ esalta e ringrazia i radioamatori per l’assistenza ed amicizia ricevuta dagli OM di tutto il mondo nelle sue navigazioni!
Buon ultimo leggere nel suo ultimo post >>rispetto ai 40 CANALI in 10 METRI !! HI HI <<< ma NON quella dei 70 MHz <<< frequenza assegnata dal MISE con titolo primario ad altri servizi. Al contrario dei 5 MHz regolarmente,come più volte indicato ,indicata alla concessione nel prossimo PNF.
Consiglio all’ Ing. Andrea ( he non si degna nemmeno di firmare i propri interventi) ed altri leggere e comprendere quanto scritto sui vari vocabolari italiani,Wikipeda,enciclopedie ecc.ecc. il significato dei termini HOBBY e SERVIZIO.
Personalmente ritengo ben chiare le documentazioni e certificazioni I.T.U. ,MISE ed I.A.R.U. che definiscno le nostre attività un “SERVIZIO” non ad un gioco o passatempo = HOBBY!!.
Scusate il preambolo …ma valutiamo a questo proposito le,evidentemente ignorate, attività del “SERVIZIO” che ALCUNI RADIOAMATORI svolgono a favore della comunità e delle ricerche scientifiche.:
Progettazione,realizzazioni,
# Assistenza ai lanci e controlli a distanza dei numerosi satelliti chiamati CUBEX o MAILSAT coordinati dall’Ente spaziale USA AMSAT con indirizzo ricerche nel sistema solare e radiocomunicazioni spaziali. Tutti questi satelliti lanciati da numerose nazioni del mondo hanno indicativi RADIOAMATORIALI (oltre a quelli ufficiali) e le loro molteplici attività e rilevazioni sono documentate e comunicate alla NASA !.
#La stazione spaziale ISS ospita astronauti con un RADIOAMATORE (ben nota l’attività di alcuni astronauti OM con call ITALIANI) che, oltre alle ricerche ed alle importanti comunicazioni spaziali dedicano parte del loro prezioso tempo per istruttivi collegamenti ,coordinati dalla AMSAT e NASA in contatti con scuole,istituti ecc. attivate da colleghi che allestiscono ed operano da stazioni terrestri .
# La I.A.R.U. organizza e gestisce grazie a DK2OM un servizio di MONITORING SYSTEM grazie al team di controllori in varie aree del mondo sulle trasmissioni illegali nelle gamme riservate al traffico radioamatoriale. I dati registrati e documentati sono inviati ufficialmente alla I.T.U. affinchè adotti provvedimenti.Provvedimenti che spesso si concretizzano.
# La I.A.R.U. organizza e coordina con il raggruppamento di OM volontari GAREC le attività e coordina in buona parte del mondo con le Amministrazioni locali gli interventi in occasioni emergenze ,calamità ecc. ricevendo numerose attestazioni di ringraziamenti per l’impegno dimostrato nelle varie attività di soccorso.
#In Italia è documentata e concreta la collaborazione ed impegno dei radioamatori nelle attività ufficiali allertati e coordinati dalla Protezione Civile . In particolare indico l’attivo e numeroso raggruppamento RNRE .
# Ben diverso ,ma pur sempre a favore delle comunità,l’interesse di numerosi gruppi OM,che più o meno legalmente,prestano assistenza nelle comunicazioni radio alle manifestazioni locali,comunali,gare varie ecc.
# BEACON la I.A.R.U. ed altri Club di OM costruiscono,spesso con propri contributi,attivano e seguono gli impianti radiofaro o BEACON indirizzati ed utilizzati per lo studio della propagazione e fenomeni collegati nelle bande a noi assegnate . I BEACON sono operativi su TUTTE le bande assegnate al nostro servizio ! Anche in Italia sono attivi e numerosi,quasi tutti autorizzati dal nostro Ministero,seguendo precise norme.
# Le attività in bande un tempo scarsamente utilizzate in GHZ,SHF,ELF,EHF hanno permesso ,anche soprattutto alle esperienze ed al traffico di numerosi e volonterosi OM italiani…rilevare nuove possibilità di collegamenti utilizzando nuove tecniche operative ad es. modalità via AIR scatter ,RAIN scatter ,SEA scatter,ecc.
Altri indirizzi di studio sugli impianti ,apparati,propagazione ecc. sono indirizzati dagli OM nelle bande VLF,LF,MF. Da non sottovalutare l'interesse per ricerche su movimenti sismici !
Numerose relazioni di queste attività documentate nelle esperienze,risultati ecc. sono pubblicate sia su professionali pubblicazioni tecniche ed anche su riviste a noi dedicate .
# Le conosciute ,abitudinali consuete attività in HF ma anche sulle frequenze superiori nonché traffico via E M E (collegamenti terra-luna-terra in bande sotto i 10mt) hanno recentemente constatato uno sviluppo delle modalità di emissioni non classiche grazie al TEAM di OM coordinato del Premio Nobel W1JT che hanno studiato e progettato nuove modalità e tecniche operative attivate con sistemi digitali in continuo aggiornamento.
Il più noto è FT8 ma anche PSK,Olivia ecc.ecc. creati,sebbene derivati da sistemi noti in campo militare ma testati ed indicizzati al nostro traffico secondo le bande e modalità operative dai radioamatori.
# Altro aggiornamento delle nuove modalità operative sono le comunicazioni digitali nelle bande oltre 10 mt. con l’introduzione dei sistemi DSP ecc. in Dstar,DMR,C4FM , altri ecc. ecc. ove informazioni sui difetti , miglioramenti ecc. sono emersi grazie l’interessamento ed attività degli OM nei QSO e nel valutare apparati nonchè coperture delle aree , per migliore utilizzo ed aggiornamenti dei prodotti di nuove famiglie di apparati o sistemi ..
E’ ben noto l’interesse che le aziende produttrici ci rivolgono quando direttamente o via i centri assistenza sono informate o ricevano documentazioni dopo i test sottolineando richieste di aggiornamenti o particolari funzioni soprattutto negli apparati ma anche di nuove per le applicazioni pratiche per migliorare i vari sistemi.
# Nell’intento di indirizzare i giovani aspiranti e neofiti alle nostre attività la IARU ha attivato ,sostenuto dall’A.R.I.,un gruppo internazionale denominato YOTA e l’attività dei numerosi colleghi italiani di questo gruppo molto presente a livello internazionale è anche uno stimolo per le varie Sezioni o gruppi nel promuovere l’interesse al vero radiantismo organizzando corsi,manifestazioni,raduni, ecc. ecc.
# Vi sono certamente MOLTE altre partecipazioni (anche interessandosi o attivando i criticati diplomi o commemorazioni nazionali,contest,attività varie ecc, ) che giustificano la definizione ufficiale di “SERVIZIO”. (il Diploma Castelli Italiani è esemplare nella ricerca di identità storiche dimenticate! ) .
# Concludo scusandomi e perdonate la lunghezza di questo post invitandovi a riflettere e pensare si possano definire SERVIZI quelli indicati (seppure NON possibille elencarli tutti!) o come moda da alcuni attualmente definita ed qualificata come >>> “HOBBY” sinonimo di GIOCO!!! i BLA BLA BLA dei 40mt o i contatti via ponti ,echolink , (tuttavia inventato ed attivato da un OM: K1RFD !) ecc. ecc.?????
Il RADIANTISMO è nato,cresciuto vive e vivrà nel mondo dalle radiocomunicazioni con lo scopo di migliorarle,come definito ed indicato negli Statuti di tutte le Assiciazioni, nei suoi primari scopi di interesse,studio,contatti fra le comunità nel mondo ed utilizzo soprattutto in favore dell’umanità ed il sociale con i noti obiettivi di conoscere , apprezzare e migliorare scopi ed obiettivi delle radio comunicazioni sia pur amatoriali !
Ancora scuse per la pazienza e mi auguro la Vostra attenzione su quanto scritto dopo aver letto questo messaggio,
73” de
I4LCK Franco









Modificato da - I4LCK in Data 08/07/2018 17:12:42

 Firma di I4LCK 
I4LCK RUOLO D'ONORE, SOCIO
oltre i 60 anni
TOP HONOUR ROLL Nr 89
Associazione Radioamatori Italiani -
Sezione ARI -
""G.SINIGAGLIA I4BBE"" BOLOGNA
Il RADIANTISMO NON è un HOBBY ( traduzione di.... perdita di tempo....) ma un SERVIZIO DI ISTRUZIONE INDIVIDUALE ecc. ecc. (definizione universale della I-T-U- ) Rammentiamolo!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Bologna  ~ Città: San Lazzaro  ~  Messaggi: 2657  ~  Membro dal: 18/02/2006  ~  Ultima visita: Ieri

i3rsp

Utente Attivo



Inserito il - 08/07/2018 : 17:08:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di i3rsp Invia a i3rsp un Messaggio Privato
[quote]Messaggio di I4LCK


Ciao Franco I4LCK
concordo con te ma non ho riproposto tutto il tuo “papiro” per non occupare spazio.

Mi permetto solo di dire due cosette stringate stringate e poi torno in st_by perchè sentirmi quasi paragonato ad altri utilizzatori dello spettro radioelettrico … mi dà un po' di fastidio.

Il nostro è da sempre un “SERVIZIO” di autoistruzione individuale che ha, come scopo, lo studio di ….. ect ect … ed è, ovvio e sottinteso, il dovere di mettere a disposizione degli altri le eventuali “scoperte” per il bene altrui. Anche se oggi come oggi non credo ci sia ancora molto da scoprire in questo campo e/o sperimentare. Però dallo “status” ne derivano – da sempre - anche, degli obblighi di legge che altri non hanno.

Per questo motivo è un SERVIZIO e non un HOBBY ed è proprio per questa definizione che paghiamo l'esigua somma di 5 € annui !. Non dimentichiamo mai che nel 1995-6 qualcuno propose come canone annuo 500.000 lironzole e solo l'intervento di una certa persona (una Signora) ci siamo salvati !!.ù

A tutti questi dissacratori della definizione "SERVIZIO" direi: “Pregate ( chi preferite) che tale rimanga detta definizione perchè, il giorno in cui sarà soppressa diventeremo utilizzatori di frequenze radio di proprietà dello Stato e diventeremo dei radiotutilizzatori come i C.B., come un radiotaxi o similari. E poiché le nostre non sono certo radiocomunicazioni “a breve distanza” come dovrebbero essere quelle effettuate dai C.B. , il canone di utilizzo sarà MOOOOOOLTO diverso. Poichè, inoltre, il nostro non sarà certo un utilizzo di sostanziale importanza non avrà neanche nessuna “protezione” da interferenze o abusivismi”.

Ma non avete nessun altro argomento più interessante e meno trito e ritrito da proporre dal vostro repertorio?.

Buona domenica a tutti.











Modificato da - i3rsp in data 08/07/2018 17:11:23

  Firma di i3rsp 
Enrico - i3rsp
Socio A.R.I. - Sezione Chioggia-Sottomarina (VE) -

Dentro ogni persona anziana ce n'è una più giovane che si chiede cosa sia successo.
(Sir Terence David John Pratchett - 1948/2015)

 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: Venezia  ~  Messaggi: 576  ~  Membro dal: 01/08/2007  ~  Ultima visita: 25/08/2018 Torna all'inizio della Pagina

iz2hfg

Utente Mentor




Inserito il - 08/07/2018 : 18:39:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di iz2hfg  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di iz2hfg Invia a iz2hfg un Messaggio Privato
Caro Franco,
Personalmente che ci siano statuti regolamenti e normative che indicano il Radiantismo un servizio, mi interessa davvero poco poiché perdona l'estrema "franchezza" ma è come ribadire all'umanità che l'acqua è bagnata!
Analogamente chi dall'altra parte parla di hobby, semplicemente non ha capito nulla del Radiantismo!

Comunque mi rammarico quando comprendo la difficoltà di chi non sente "a pelle" quali sono le prerogative dell'essere Radioamatore, forse unico esempio al mondo ove il piacere della scoperta, lo studio continuo, la sperimentazione, la scienza, la condivisione, l'umanità; vivono, progrediscono e di fatto si riflettono, più o meno in modo evidente, in tutto ciò che si fa.

Insomma rischiando di certo il peccato di superbia posso dire che l'essere Radioamatore è soprattutto una forma mentis, fortunatamente e nonostante tutto lontana anni luce dall'attuale società "del tutto e subito" ove l'appiattimento culturale, umano e non ultimo l'egoismo, sembrano essere le uniche forme presenti nella stragrande maggiorana della nostra civiltà.

In ultima analisi, dal mio personalissimo e di certo anacronistico punto di vista, credo che l'essere Radioamatore soprattutto oggi significhi, vestire anche gli abiti "dell'ultimo Samurai", di fatto "lo Jedi" che è sempre pronto alla battaglia allorquando l'oblio culturale ed umano sembrano prendere il sopravvento.

Un caro saluto.








  Firma di iz2hfg 
73 de Franco, IZ2HFG
SWL I2-1794; ex IK2FRZ
- Alla prima luce del quinto giorno, all'alba, guarda ad Est.....
- Habere non haberi!
- So di non sapere!
- Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino.
QRZ:
http://www.qrz.com/db/iz2hfg
WebSite:
http://www.iz2hfg.it
QSL:
http://www.eqsl.cc
e-mail:
iz2hfg(AT)gmail.com
((((73))))

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Varese  ~  Messaggi: 4399  ~  Membro dal: 18/11/2005  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

iz2ddy

Utente Master


Inserito il - 08/07/2018 : 19:22:28  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di iz2ddy Invia a iz2ddy un Messaggio Privato
ogni tanto si ritira fuori questa storia. Personalmente, mi sento una Persona, non un radioamatore, un medico, un cb o qualsivoglia...ma sono felice ed orgoglioso da piu' di trent'anni di coltivare questo meravigliopso HOBBY, con cose che mi piacciono ed altre che non mi piacciono, e, finche' Dio vorrà, sara' cosi, che si rispetti o meno.

ps. mi sembra un po' ridicolo la distinzione in base a quanto costa il canone annuo.
Francamente, io continuerei a coltivare l'hobby, anche se portassero il canone a 500 euro l'anno...

73 de IZ2DDY EMILIO








Modificato da - iz2ddy in data 08/07/2018 19:26:49

  Firma di iz2ddy 

LIFE is too short for qrp!

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Lodi  ~ Città: Lodi  ~  Messaggi: 2001  ~  Membro dal: 10/12/2004  ~  Ultima visita: 23/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

i8ixo

Utente Senior


Inserito il - 08/07/2018 : 19:39:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di i8ixo Invia a i8ixo un Messaggio Privato
iz2ddy ha scritto:

ogni tanto si ritira fuori questa storia. Personalmente, mi sento una Persona, non un radioamatore, un medico, un cb o qualsivoglia...ma sono felice ed orgoglioso da piu' di trent'anni di coltivare questo meravigliopso HOBBY, con cose che mi piacciono ed altre che non mi piacciono, e, finche' Dio vorrà, sara' cosi, che si rispetti o meno.
ps. mi sembra un po' ridicolo la distinzione in base a quanto costa il canone annuo.
Francamente, io continuerei a coltivare l'hobby, anche se portassero il canone a 500 euro l'anno...
73 de IZ2DDY EMILIO

Personalmente concordo con te Emilio perchè hai reso semplice quello che talvolta complichiamo..."una Persona" che fa delle attività (in questo caso "interessarsi alle comunicazioni e ai suoi mezzi) con lo spirito che più gli aggrada..hobby o servizio che voglia.
Comunque, riporto quì di seguito il link dell'ARRL che dà la sua definizione accontentando (pilatescamente) un po' tutti quelli che vogliono essere accontentati.
http://www.arrl.org/what-is-ham-radio
Ciao
Paolo








 Messaggi: 1038  ~  Membro dal: 26/11/2005  ~  Ultima visita: 20/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

i3rsp

Utente Attivo



Inserito il - 08/07/2018 : 20:39:48  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di i3rsp Invia a i3rsp un Messaggio Privato
iz2hfg ha scritto:

Caro Franco,
Personalmente che ci siano statuti regolamenti e normative che indicano il Radiantismo un servizio, mi interessa davvero poco poiché perdona l'estrema "franchezza" ma è come ribadire all'umanità che l'acqua è bagnata!
Analogamente chi dall'altra parte parla di hobby, semplicemente non ha capito nulla del Radiantismo!

Comunque mi rammarico quando comprendo la difficoltà di chi non sente "a pelle" quali sono le prerogative dell'essere Radioamatore, forse unico esempio al mondo ove il piacere della scoperta, lo studio continuo, la sperimentazione, la scienza, la condivisione, l'umanità; vivono, progrediscono e di fatto si riflettono, più o meno in modo evidente, in tutto ciò che si fa.

Insomma rischiando di certo il peccato di superbia posso dire che l'essere Radioamatore è soprattutto una forma mentis, fortunatamente e nonostante tutto lontana anni luce dall'attuale società "del tutto e subito" ove l'appiattimento culturale, umano e non ultimo l'egoismo, sembrano essere le uniche forme presenti nella stragrande maggiorana della nostra civiltà.

In ultima analisi, dal mio personalissimo e di certo anacronistico punto di vista, credo che l'essere Radioamatore soprattutto oggi significhi, vestire anche gli abiti "dell'ultimo Samurai", di fatto "lo Jedi" che è sempre pronto alla battaglia allorquando l'oblio culturale ed umano sembrano prendere il sopravvento.

Un caro saluto.



Ciao Franco,

alla tua risposta - P E R F E T T A - ci sono stati due "ribadisco" che lasciano perlomeno stupefatti.

Mio padre avrebbe detto: "... Lasciamoli nel loro brodo ...." e NON E' E NON VUOL ESSERE UN'OFFESA - sia ben chiaro! -.

Semplicemente NOI siamo mentalmente diversi.

NOI siamo Radioamatori, orgogliosi di esserlo.

Ciao e complimenti per lo scritto.








  Firma di i3rsp 
Enrico - i3rsp
Socio A.R.I. - Sezione Chioggia-Sottomarina (VE) -

Dentro ogni persona anziana ce n'è una più giovane che si chiede cosa sia successo.
(Sir Terence David John Pratchett - 1948/2015)

 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: Venezia  ~  Messaggi: 576  ~  Membro dal: 01/08/2007  ~  Ultima visita: 25/08/2018 Torna all'inizio della Pagina

iz6bxv

Utente Senior

Nota: 

Inserito il - 09/07/2018 : 08:31:42  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo Invia a iz6bxv un Messaggio Privato
anche io sono orgoglioso di essere radioamatore,il nostro non è un hobby è un servizio,se fosse un hobby sarebbe stato cancellato ,saluti









 Regione Abruzzo  ~ Prov.: Pescara  ~ Città: pescara  ~  Messaggi: 1689  ~  Membro dal: 06/03/2006  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

ik3umt

Utente Senior


Inserito il - 09/07/2018 : 09:06:15  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik3umt Invia a ik3umt un Messaggio Privato
Penso che il 5% dei radioamatori percepisca e svolga la propria attivita' come "servizio" , inteso come "servire" gli altri , la comunita'.

Per il resto, me compreso , si vive l'attivita' radiantistica come hobby, come passatempo , dopo 10 ore di lavoro e poi famiglia da gestire , dare di nuovo "servizio" ...anche no grazie.

Diverso puo' essere il discorso per chi tempo ne ha ( single, benestanti, pensionati ecc.)
Il "servizio" , in una tra le tante definizioni del vocabolario, e' inteso pure quello a pagamento , lungi da esserlo la nostra attivita'....

Quando vado a caccia di dx oppure mi costruisco la nuova antenna o l'amplificatore, non faccio un servizio a nessuno (ed e' il 99% dell'attivita' che faccio)

Uno spedizioniere, un qsl-manager, un OM membro di protezione civile , un manutentore di ripetitori, chi fa radioassistenze a manifestazioni, ecc.ecc. questi fanno un "servizio" , ahime' non e' il mio caso.

Di certo non mi sento un giocattolaro o un hobbista da disprezzare perche' non offro un servizio ma pratico cio' che e' definito dal codice "servizio" come un hobby.

Un' altra cosa' e' essere valutati da chi radioamatore non e', come inutili giocattoloni.









  Firma di ik3umt 
Big guns ?? : Un pezzo di tubo a 1 metro da terra !
73 de Federico - IK3UMT - ik3umt@gmail.com



La stazione : http://ik3umt.ir3ip.net/hf.html
Kits per choke e balun ? http://www.ir3dxc.net/balunkit

 Regione Veneto  ~ Prov.: Treviso  ~ Città: Treviso  ~  Messaggi: 1885  ~  Membro dal: 02/10/2006  ~  Ultima visita: 23/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

IZ1PNY

Utente Guru



Inserito il - 09/07/2018 : 09:31:34  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IZ1PNY
Probabilmente, la parola servizio lasciata sola da modo di errate conclusioni.
SERVIZIO
Quello che da lo Stato ai cittadini, fornendo possibilita' di uso ed esperimenti tecnici sullo spettro della radiofrequenza.

Poi datosi il potenziale utilizzabile nel caso, illo tempore, di poterli precettare, ove servisse instaurare una comunicazione di emergenza.
Tutti, con e senza associazioni.


Tanto è che il già codice postale, recitava che il direttore locale delle Poste e Telegrafo, era autorizzato a recarsi dal più vicino Radioamatore per gestire le comunicazioni tramite esso, nel caso di linee telegrafoniche interrotte per eventi vari calamitosi.
Così leggevo i primi tempi in zona 9 anni 70/80.

Ora vorrei capire, cosa c'è di difficile a recepire questo ?

Saluti a tutti.










  Firma di IZ1PNY 
73' Carmelo
A.R.I. Saluzzo: IQ1SX

 Regione Piemonte  ~ Prov.: Cuneo  ~  Messaggi: 12087  ~  Membro dal: 28/01/2009  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

ik3umt

Utente Senior


Inserito il - 09/07/2018 : 09:48:40  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik3umt Invia a ik3umt un Messaggio Privato
Carmelo, la difficolta' sta nel recepire che i tempi cambiano in una modalita' esponenziale.

E tutto diventa obsoleto in maniera disarmante...

Fintanto che ai nostri governanti e legislatori figuriamo come qualcosa di sconosciuto ma vagamente utile (leggi "radioamatori una figura tradizionale, ci sta bene che restiate") possiamo ritenerci fortunati e incrociare le dita.

Non siamo quasi piu' un servizio, ma quando cesseremo definitivamente di esserlo per lo stato , allora saranno 'azzi nostri......








Modificato da - ik3umt in data 09/07/2018 09:54:59

  Firma di ik3umt 
Big guns ?? : Un pezzo di tubo a 1 metro da terra !
73 de Federico - IK3UMT - ik3umt@gmail.com



La stazione : http://ik3umt.ir3ip.net/hf.html
Kits per choke e balun ? http://www.ir3dxc.net/balunkit

 Regione Veneto  ~ Prov.: Treviso  ~ Città: Treviso  ~  Messaggi: 1885  ~  Membro dal: 02/10/2006  ~  Ultima visita: 23/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

ik1yda

Utente Mentor




Inserito il - 09/07/2018 : 10:01:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik1yda Invia a ik1yda un Messaggio Privato
Si deve essere pratici, in Italia ci si perde in definizioni senza badare al sodo. In realtà si tratta di un'attività tecnica fatta per hobby che in qualche caso è più che utile per la collettività. Nella maggioranza, nella stragrande maggioranza prevale un'ignoranza grande e diffusa che di fatto relega l'attività a mero passatempo. Spesso i fruitori neanche parlano e scrivono la lingua italiana correttamente quindi il dialogo oltre a non essere costruttivo è deleterio.







 Regione Liguria  ~ Prov.: Savona  ~ Città: Carcare  ~  Messaggi: 3045  ~  Membro dal: 05/10/2005  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

IZ5WNW

Utente Master



Inserito il - 09/07/2018 : 10:30:42  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IZ5WNW Invia a IZ5WNW un Messaggio Privato
Invece di perdervi nel tormentone radiantistico dell' estate, chi puo' stia all'aria aperta e chi ne ha voglia faccia radio senza chiedersi se e' impegnato in un servizio o fa un DX.

73








  Firma di IZ5WNW 
73 Stefano IZ5WNW


 Regione Toscana  ~ Prov.: Lucca  ~ Città: Lucca  ~  Messaggi: 2165  ~  Membro dal: 30/12/2014  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

iw2cye

Utente Mentor




Inserito il - 09/07/2018 : 11:22:03  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di iw2cye Invia a iw2cye un Messaggio Privato
Dopo più di 30 di radio non saprei dire se è più "servizio" o "hobby".
Una cosa però è certa.
Quando ho potuto e posso, mi diverto un sacco con la radio e tutti gli annessi e connessi.








  Firma di iw2cye 
Sergio -Novate Mezzola- SONDRIO

SONO ANCH'IO UN RADIOAMATORE DI "SERIE B", DA 34 ANNI, PERCHE' NON HO SOSTENUTO L'ESAME DI TELEGRAFIA.
"Questa della discriminazione basata sulla prova di CW è uno sciatto retaggio di quel nonnismo che alberga in molti ambiti associativi e non". (di I0JBL)
"Ham Spirit è donare e nello stesso tempo ricevere senza richiedere nulla in cambio poiché già il solo gesto riempie la vita!" (di IZ2HFG)

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Sondrio  ~ Città: Novate Mezzola  ~  Messaggi: 3073  ~  Membro dal: 15/12/2005  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

ik3umt

Utente Senior


Inserito il - 09/07/2018 : 13:59:52  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik3umt Invia a ik3umt un Messaggio Privato
IZ5WNW ha scritto:

Invece di perdervi nel tormentone radiantistico dell' estate, chi puo' stia all'aria aperta e chi ne ha voglia faccia radio senza chiedersi se e' impegnato in un servizio o fa un DX.

73


Se ci fosse qualcosa di interessante..... solo i diplomi dei pallonari e delle triglie fritte....











  Firma di ik3umt 
Big guns ?? : Un pezzo di tubo a 1 metro da terra !
73 de Federico - IK3UMT - ik3umt@gmail.com



La stazione : http://ik3umt.ir3ip.net/hf.html
Kits per choke e balun ? http://www.ir3dxc.net/balunkit

 Regione Veneto  ~ Prov.: Treviso  ~ Città: Treviso  ~  Messaggi: 1885  ~  Membro dal: 02/10/2006  ~  Ultima visita: 23/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

IZ5WNW

Utente Master



Inserito il - 09/07/2018 : 14:25:12  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IZ5WNW Invia a IZ5WNW un Messaggio Privato
ik3umt ha scritto:

IZ5WNW ha scritto:

Invece di perdervi nel tormentone radiantistico dell' estate, chi puo' stia all'aria aperta e chi ne ha voglia faccia radio senza chiedersi se e' impegnato in un servizio o fa un DX.

73


Se ci fosse qualcosa di interessante..... solo i diplomi dei pallonari e delle triglie fritte....






Ma infatti, per quanto mi riguarda mi sono creato una valida alternativa...in mezzo ai boschi.


73








  Firma di IZ5WNW 
73 Stefano IZ5WNW


 Regione Toscana  ~ Prov.: Lucca  ~ Città: Lucca  ~  Messaggi: 2165  ~  Membro dal: 30/12/2014  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

IN3ECI

Utente Master



Inserito il - 09/07/2018 : 16:32:13  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IN3ECI Invia a IN3ECI un Messaggio Privato
Messaggio di I4LCK

GM !HI ragazzi (...) ma dopo aver letto stamane l’ennesimo spot di IN3ECI mi permetto documentare e smentire certe sue assurde affermazioni scrivendo e valutando secondo la sua scienza l’attività ( servizio) dei radioamatori come un “”DIVERTIMENTO =HOBBY””…inutile !!(...) Ancora scuse per la pazienza e mi auguro la Vostra attenzione su quanto scritto dopo aver letto questo messaggio, 73” de I4LCK Franco


Elegante come sempre Franco, bravo!... Grazie di essere uno dei lettori del mio sito e mi sento onorato di essere stato oggetto dei tuoi consueti copia-incolla.
Indirettamente hai confermato a tutti che mi temi, evitando di controbattere le mie idee all'interno del 3D che ho aperto ma prudenzialmente ne hai aperto uno nuovo tutto tuo, una tribuna rassicurante in cui ti senti a tuo agio, cancellabile a piacimento appena ti sentirai franare la terra sotto i piedi... ti piace vincere facile eh Franco? (bonci-bonci-bom-bom-bom)
Allora sai cosa faccio? ...vengo io nella "tana del lupo" a discutere di un argomento che è evidente a tutti come ti tormenta, ma che nonostante faccia paura, appassiona molti di noi; è un tema mai analizzato e digerito abbastanza, tanto da collezionare 600 lettori qui dentro ma oltre il doppio nel mio..
Io non ho paura dei tuoi copia-incolla e non sono nemmeno ingegnere!..

bene allora comincio!

Siccome questo post dovrebbe essere un "chiarimento" prima cosa sgomberiamo il campo da qualsiasi faziosità e da qualsiasi dubbio: di chi è intervenuto, ne qui ne dall'altra parte, vuole dimostrare che essere radioamatore significhi esclusivamente "servizio" oppure esclusivamente "hobby". Mi sono chiesto, cercando di essere il più onesto possibile con me stesso, solo che tipologia di "servizio" possa mai offrire chi schiaccia il PTT per collezionare QSL, mi includo anche io in questo insieme.

Durante gli interventi nel mio 3D ed anche qui dentro, ho filtrato le risposte e cercato di sintetizzare una qualsivolgia interpretazione: Mi sono accorto che molti si compiacciono di appuntarsi al petto la medaglia di "servizio radioamatoriale" mentre ad altri il fatto che sia o meno un servizio non importa nulla e nemmeno ci hanno fatto caso che possa anche esistere un fantomatico "commauno" che invece dichiara che quando esultiamo sulla sedia per il fatto che l'isoletta sperduta nell'Atlantico ci risponda dopo ore di pile-up, in realtà non ci stiamo divertendo ma espletando un servizio. Ne prendo atto.
Considerare l'attività radioamatoriale un divertimento appare ai più come qualcosa di riduttivo: divertirsi, giocare non è considerata una attività da prendere seriamente.
Se ci si diverte allora non si sta facendo nulla di costruttivo; Io semplicemente con questa opinione non sono d'accordo. Nessuno ancora è riuscito a controbattere ed a smontare questa mia affermazione. Il mio punto di vista è che si può imparare anche coltivando un hobby e non capisco come mai usare una radio non possa essere un hobby divertente ma deve essere rigidamente compartimentato dentro la triste definizione di "servzio".

Perchè non chiamiamo le cose con il loro nome? All'epoca in cui il "commauno" è stato pubblicato probabilmente i radioamatori avevano una qualche importanza strategica, perfino un qualche rispetto sociale... ma oggi? ci rendiamo conto che nei regolamenti condominiali viene sempre più spesso inserita la clausola che chi verrà ad abitare potrà farlo a patto che riconosca che non dovrà mai montare tralicci sulla copertura per non infastidire gli altri condomini con catafalchi metallici o rovinarne l'estetica? Qualcuno si è accorto che quando una televisione non funziona la colpa tende ad essere sempre la nostra? Per l'opinone pubblica ( ma anche per molte mogli) siamo dei nostalgici fuori dal tempo, quando cerchiamo di spiegare a qualcuno cosa ci piace fare,gli parliamo della nostra passione, come funziona un QSO immancabilmente scuote la testa, poi un sorrisetto di circostanza ed infine fa qualche passo indietro indicandoci il più vicino negozio di telefonia mobile scappando terrorizzato... Ma quale servizio ci verrà mai chiesto? da chi?.

Nelle fiere non ho mai visto conclusioni, studi o approfondimenti di "sperimentazione radioelettrica" individuale se non in rarissimi casi e comunque spettatori pochi e clima desolante. Una certa innovazione arriva solo dalle aziende concentrate esclusivamente sul venderci le loro radio. la ricerca se la fanno da soli.

in queste ultime 48 ore ho rilevato che potrebbe anche essere un "servizio individuale", non per gli altri ma per se stessi: è una specie di "servizio" di arricchimento culturale.. bene, ma non decade che possa essere comunque qualcosa di divertente e anche classificabile come hobby.

"servizio" è anche un scudo per evitare di essere spazzati via. i CB pagano la quota annuale e basta. noi siamo stati istituzionalizzati esattamente come gli automobilisti con un esame (una farsa, ma questo non è colpa nostra) con una targa che ci rende riconoscibili nell'etere, con un codice di comportamento ecc.. E' più difficile eliminare i radioamatori se si nascondono dietro un "servizio" rispetto ad un "hobby" per il fatto che prima bisogna depotenziare e delegittimare questo servizio. Quindi siamo tutti aggrappati a questo salvagente sperando che nessuno ce lo levi da sotto; ...è questo il servizio declamato a gran voce?

Ci piacciono le radio ? certamente! ci piace smanettare in FT8 opure collezionare QSO / QSL? perfetto! ci piace costruire antenne? ottimo! è quello che piace al 99% di chi riesce a conseguire la patente; quanta è la componente "servizio" in queste attività? e quanto è hobby? Tutte attività che solo libere di essere vissute e coltivate nei modi e nei tempi che ognuno considera adatti, senza rendere conto a nessuno, senza l'obbligo di ottenere risultati, però rimane essenzialmente qualcosa di piacevole, che si fa a tempo perso, che si può fare con gli amici, perfino rilassa ed aiuta come antistress. "servizio" = antistress?

Qualcuno, annoiato, ci tappa la bocca affermando con tono solenne, definitivo.. :"ehh caro.. se non hai capito fino adesso l'essenza di essere radioamatori ed il concetto di "servizio" del commauno allora non la capirai mai..." con ampio gesto circolare della mano e sguardo fisso al chilometro...
Il massimo della spiegazione è questo. Non sono capaci di aggiungere altro come se si stesse infrangendo chissà quale segreto, di chissà quale confraternita hanno paura di violare il codice monastico . Alla fine uno deduce che non lo sappiano nemmeno loro e rimane un pensiero a metà..

Quando qualcuno riesuma questa diatriba, tutti in piedi ad urlare con fanatismo "servizio!-servizio!-servizio!", poi gran strette di mano incrociate a destra e a sinistra, sorrisi, auto compiacimento e pacche sulle sp***e... poi la discussione esaurirà l'interesse, la gente si rompe di leggere queste sciocchezze e affonderà verso il basso del monitor e tutti riprenderemo a giocare con il nostro hobby preferito,ridendo di gusto, divertendoci tantissimo ed il concetto di "servizio" lascia in silenzio le nostre coscienze e torna finalmente a sonnecchiare ben nascosto nel sarcofago "commauno" fino a quando non sarà rievocato di nuovo..

buona estate a tutti!








  Firma di IN3ECI 
FT-817 + Dolomiti.. what else ?
http://www.in3eci.it
IQRP 834
http://aprs.fi/#!mt=roadmap&z=16&ca...00&tail=3600

Città: BOLZANO  ~  Messaggi: 2280  ~  Membro dal: 27/09/2009  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

iw3gxw

Utente Medio


Inserito il - 09/07/2018 : 17:26:38  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo Invia a iw3gxw un Messaggio Privato
Leggendo i vari post ritengo personalmente che il collega IZ2HFG abbia centrato in pieno il succo del discorso (o del problema per taluni):
iz2hfg ha scritto:
Caro Franco,
Personalmente che ci siano statuti regolamenti e normative che indicano il Radiantismo un servizio, mi interessa davvero poco poiché perdona l'estrema "franchezza" ma è come ribadire all'umanità che l'acqua è bagnata!
Analogamente chi dall'altra parte parla di hobby, semplicemente non ha capito nulla del Radiantismo!

Comunque mi rammarico quando comprendo la difficoltà di chi non sente "a pelle" quali sono le prerogative dell'essere Radioamatore, forse unico esempio al mondo ove il piacere della scoperta, lo studio continuo, la sperimentazione, la scienza, la condivisione, l'umanità; vivono, progrediscono e di fatto si riflettono, più o meno in modo evidente, in tutto ciò che si fa.

Insomma rischiando di certo il peccato di superbia posso dire che l'essere Radioamatore è soprattutto una forma mentis[/i], fortunatamente e nonostante tutto lontana anni luce dall'attuale società "del tutto e subito" ove l'appiattimento culturale, umano e non ultimo l'egoismo, sembrano essere le uniche forme presenti nella stragrande maggiorana della nostra civiltà.

In ultima analisi, dal mio personalissimo e di certo anacronistico punto di vista, credo che l'essere Radioamatore soprattutto oggi significhi, vestire anche gli abiti "dell'ultimo Samurai", di fatto "lo Jedi" che è sempre pronto alla battaglia allorquando l'oblio culturale ed umano sembrano prendere il sopravvento.
Un caro saluto.
[/quote]

Franco ha obbiettivamente centrato la nostra realtà attuale, io comprendo benissimo chi ha vissuto l'attività radioamatoriale negli anni d'oro, in piccola parte l'ho vissuta pure io, purtroppo tutto quel bel bagaglio culturale e la grande euforia che esisteva lo vedo praticamente svanito, in primis perchè non si è riusciti a mantenere una aggregazione fra le nuove e vecchie generazioni di radioamatori, cosa che avrebbe molto aiutato l'attività radioamatoriale italiana, in secondo siamo stati travolti dalla nostra stessa creatura: l'evoluzione tecnologica!
Non so se tanti lo notarono, ma quando siamo passati dalla Licenza alla Autorizzazione Generale a mio vedere il nostro (antico) mondo è deceduto quasi istantaneamente, come vedo oramai una utopia il fantomatico "servizio" reso alla nostra Patria.
Guardiamoci allo specchio, siamo tutti invecchiati alla grande, questa è la verità, tutti ultimi Samurai, e forse anche scomodi per qualcuno.

73' cordiali








Modificato da - iw3gxw in data 09/07/2018 17:29:45

 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: Chioggia  ~  Messaggi: 424  ~  Membro dal: 09/12/2004  ~  Ultima visita: 01/08/2018 Torna all'inizio della Pagina

i1ndp

Utente Attivo


Inserito il - 10/07/2018 : 13:59:03  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di i1ndp Invia a i1ndp un Messaggio Privato
Plaudo alla tua sintesi.
Perfetta!
Saluti,nando








 Regione Piemonte  ~ Prov.: Biella  ~ Città: magnano  ~  Messaggi: 974  ~  Membro dal: 03/07/2008  ~  Ultima visita: 22/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

ik3umt

Utente Senior


Inserito il - 10/07/2018 : 14:52:17  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik3umt Invia a ik3umt un Messaggio Privato









  Firma di ik3umt 
Big guns ?? : Un pezzo di tubo a 1 metro da terra !
73 de Federico - IK3UMT - ik3umt@gmail.com



La stazione : http://ik3umt.ir3ip.net/hf.html
Kits per choke e balun ? http://www.ir3dxc.net/balunkit

 Regione Veneto  ~ Prov.: Treviso  ~ Città: Treviso  ~  Messaggi: 1885  ~  Membro dal: 02/10/2006  ~  Ultima visita: 23/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

I0LYL

Utente Attivo



Inserito il - 10/07/2018 : 15:13:02  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di I0LYL Invia a I0LYL un Messaggio Privato
IN3ECI ha scritto:
...
Qualcuno, annoiato, ci tappa la bocca affermando con tono solenne, definitivo.. :"ehh caro.. se non hai capito fino adesso l'essenza di essere radioamatori ed il concetto di "servizio" del commauno allora non la capirai mai..." con ampio gesto circolare della mano e sguardo fisso al chilometro...

Annoiato si, perchè è una discussione priva di senso. Senza capo e senza coda. Ti suggerisco un titolo per il tuo prossimo thread:

E' il nominativo che fa il radioamatore?

Apri questo thread e vediamo cosa viene fuori.










  Firma di I0LYL 
73
Lucio, IØLYL
SWL I1-12801
https://www.qrz.com/db/I0LYL

http://sohowww.nascom.nasa.gov/data...4/latest.jpg

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: JN61FQ  ~  Messaggi: 598  ~  Membro dal: 12/03/2015  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

IN3ECI

Utente Master



Inserito il - 10/07/2018 : 15:55:45  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IN3ECI Invia a IN3ECI un Messaggio Privato
I0LYL ha scritto:
E' il nominativo che fa il radioamatore? Apri questo thread e vediamo cosa viene fuori.


... non sarebbe nemmeno scontato cosa possa uscire da questo quesito.. ! non tentarmi..








  Firma di IN3ECI 
FT-817 + Dolomiti.. what else ?
http://www.in3eci.it
IQRP 834
http://aprs.fi/#!mt=roadmap&z=16&ca...00&tail=3600

Città: BOLZANO  ~  Messaggi: 2280  ~  Membro dal: 27/09/2009  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

IZ5WNW

Utente Master



Inserito il - 10/07/2018 : 19:27:46  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IZ5WNW Invia a IZ5WNW un Messaggio Privato
Si, si, continuo a leggere e penso proprio che sia più interessante passeggiare nei boschi...che seguir qui la solita fuffa.







Modificato da - IZ5WNW in data 10/07/2018 19:33:08

  Firma di IZ5WNW 
73 Stefano IZ5WNW


 Regione Toscana  ~ Prov.: Lucca  ~ Città: Lucca  ~  Messaggi: 2165  ~  Membro dal: 30/12/2014  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

IK2PCU

Utente Medio


Inserito il - 10/07/2018 : 19:39:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo Invia a IK2PCU un Messaggio Privato
IZ5WNW ha scritto:

Si, si, continuo a leggere e penso proprio che sia più interessante passeggiare nei boschi...che seguir qui la solita fuffa.


concordo discussione di aria fritta








  Firma di IK2PCU 
IK2PCU Maurizio

Città: milano  ~  Messaggi: 465  ~  Membro dal: 26/02/2010  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

ik3umt

Utente Senior


Inserito il - 11/07/2018 : 09:28:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik3umt Invia a ik3umt un Messaggio Privato
Concordo,
Aria fritta ma 5000 persone a continuare a leggere !!










  Firma di ik3umt 
Big guns ?? : Un pezzo di tubo a 1 metro da terra !
73 de Federico - IK3UMT - ik3umt@gmail.com



La stazione : http://ik3umt.ir3ip.net/hf.html
Kits per choke e balun ? http://www.ir3dxc.net/balunkit

 Regione Veneto  ~ Prov.: Treviso  ~ Città: Treviso  ~  Messaggi: 1885  ~  Membro dal: 02/10/2006  ~  Ultima visita: 23/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

IZ3ZVO

Utente Attivo



Inserito il - 11/07/2018 : 10:48:56  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IZ3ZVO Invia a IZ3ZVO un Messaggio Privato
IN3ECI ha scritto:

I0LYL ha scritto:
E' il nominativo che fa il radioamatore? Apri questo thread e vediamo cosa viene fuori.


... non sarebbe nemmeno scontato cosa possa uscire da questo quesito.. ! non tentarmi..


Apri apri. Così si leggono cose interessanti. Gli affezionati alle sole discussioni di terza e quarta fase (di Piaget) possono sempre passare al topic successivo.








  Firma di IZ3ZVO 



http://www.iz3zvo.altervista.org

Prov.: Belluno  ~ Città: Belluno  ~  Messaggi: 519  ~  Membro dal: 06/04/2013  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

IN3ECI

Utente Master



Inserito il - 11/07/2018 : 12:16:46  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IN3ECI Invia a IN3ECI un Messaggio Privato
ik3umt ha scritto:

Concordo,
Aria fritta ma 5000 persone a continuare a leggere !!





.. verissimo! intanto sono 3500 ma altri 1500 probabilmente se ne aggiungeranno senza contare che ho la casella di ARIfidenza satura ed la mia mail sono arrivate 29 dimostrazioni di sostegno e di gratitudine per aver scoperchiato il vaso di pandora e 7 di ingiurie ed insulti tragicomici.. ci sono iscritti e non su ARIfidenza, che parteggiano per una o l'altra teoria senza però venire allo scoperto; quindi la diatriba travalica le pagine di questo forum..

segno che la frittura mista non ha ancora ancora appestato sufficientemente l'aria. tutti stanno ancora respirando a pieni polmoni...

Tra i vari botta e risposta la mia analisi finale è la seguente:

emerge inconfutabilmente che l'OM medio sa benissimo cosa contiene il "commauno" ma non gli frega niente e preferisce passare qualche ora spensierato a chiacchierare rilassati vicino ad un microfono senza farsi troppe domande etiche o con velleità di salvatore della Patria.

Il fatto che sia da qualche parte ci sia scritto che sia un "servizio" non turba minimamente le coscienze di nessuno quindi è di fatto un orpello aggiunto il cui unico significato e funzione sembra sia quello di sentirsi nobilitati e riconosciuti un pochino di più rispetto ad un CB, avere qualche scoglio a cui aggrapparsi e non essere subito facilmente smantellati se cominciamo a dare fastidio a livello governativo.
Felici, comperiamo/collezioniamo tante radio e le usiamo in ambiti strettamente ricreativi a seconda della propria fantasia sicuri che possiamo fare tutto ed il contrario di tutto basta divertirsi e in qualche modo auto apprendere informazioni utili a raffinare sempre di più il gioco (o le regole del gioco) e ottenere sempre maggiore soddisfazione personale dall'hobby scelto ..

Per qualcuno invece la parola "servizio" ha ancora un significato reale e considera avere la patente una attività paragonabile ad un lavoro non retribuito. E' considerata una forma di apprendimento seria, lontana dal pressapochismo e dal faceto e spesso si riflette anche nella attività lavorativa del singolo operatore. Sono dotati di utensili per aprire e modificare le radio che acquistano oppure se le costruiscono da soli e comunque non li considererebbero mai degli elettrodomestici al pari di una playstation.
Molti di loro pensano che un bel giorno la rete telefonica nazionale andrà in crisi ed allora ci saranno i giorni della riscossa, del riscatto sociale e della gloria per tanto tempo derisa dentro sterili 3D su ARIfidenza; si affretteranno a dimostrare ai rinnegati "hobbysti" che la passione per la radio può avere (ancora) risvolti utili alla società.

Non esiste una differenza netta tra "servizio" e "hobby": chi già considera una rottura dover superare un esame farsa, è più propenso a considerarlo un hobby mentre chi si sente appagato dalla medaglia sul petto oppure dell'elettromagnetismo ne ha fatto una professione e la patente di radioamatore quindi è solo un atto dovuto, si arrocca di più su posizioni di "servizio" ( ma non sempre).
Si propende a considerarlo un "servizio" anche per quelli che hanno una cultura medio bassa e che vedono nell'approfondire una istruzione da autodidatta come elettrotecnici una forma di scolarizzazione supplementare che aiuta ad avere più stima di se stessi ed una certa ammirazione supplementare da parte di chi li circonda (illusoria o reale).

Nell'immaginario del radioamatore medio stimo un 90% "hobby" ( incluso OM che inneggiano al servizio ma usano la radio come se fosse hobby) ed un 10% di sacerdoti pagani votati rigidamente al "servizio" nella sua forma più nobile ed alta, proprio quella descritta dal "commauno". Sono comunque numeri da riserva indiana, ma non credo di essere andato troppo distante dalla realtà..











  Firma di IN3ECI 
FT-817 + Dolomiti.. what else ?
http://www.in3eci.it
IQRP 834
http://aprs.fi/#!mt=roadmap&z=16&ca...00&tail=3600

Città: BOLZANO  ~  Messaggi: 2280  ~  Membro dal: 27/09/2009  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

iz7cdb

Utente Senior



Inserito il - 11/07/2018 : 14:25:45  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo Invia a iz7cdb un Messaggio Privato
IN3ECI ... Santo Subito !!!!
Ti quoto al 100%


Questa è bellissima:
"Molti di loro pensano che un bel giorno la rete telefonica nazionale andrà in crisi ed allora ci saranno i giorni della riscossa, del riscatto sociale e della gloria per tanto tempo derisa dentro sterili 3D su ARIfidenza; si affretteranno a dimostrare ai rinnegati "hobbysti" che la passione per la radio può avere (ancora) risvolti utili alla società"








Modificato da - iz7cdb in data 11/07/2018 14:27:05

  Firma di iz7cdb 
73's de iz7cdb Carlo



 Regione Puglia  ~ Prov.: Bari  ~ Città: Monopoli  ~  Messaggi: 1517  ~  Membro dal: 12/12/2004  ~  Ultima visita: 19/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

iz2acf

Utente Medio



Inserito il - 11/07/2018 : 14:30:40  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di iz2acf Invia a iz2acf un Messaggio Privato
IN3ECI ha scritto:

ik3umt ha scritto:

Concordo,
Aria fritta ma 5000 persone a continuare a leggere !!





..
segno che la frittura mista non ha ancora ancora appestato sufficientemente l'aria. tutti stanno ancora respirando a pieni polmoni...


Ho letto in questi giorni i 3D aperti su questo argomento.
Personalmente accendo la radio con lo stesso spirito con cui faccio il subacqueo, suono il blues o faccio le altre attività che mi divertono. In un certo modo ci "serviamo" a vicenda, io do loro il mio impegno e loro mi danno tante soddisfazioni.
Detto questo,rispetto tutte le motivazioni che portano ad essere e sentirsi radioamatore perchè, in fondo, la passione non ha nome e quando si cerca di definire una passione con le parole si finisce per limitarla.
E' un hobby,un servizio o cosa..?Va bene tutto. L'importante è l'esempio che diamo tra di noi e , ancora di più, a tutti quelli che poco o nulla sanno del nostro mondo.

P.S.
Considero più di un servizio essere riuscito a far risuonare bene su tutte le frequenze una vecchia verticale HF multibanda, ma questa è un'altra storia.








  Firma di iz2acf 
“You’re Gonna Need A Bigger Boat”

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Città: Milano  ~  Messaggi: 237  ~  Membro dal: 09/10/2005  ~  Ultima visita: 13/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

IZ3ZVO

Utente Attivo



Inserito il - 11/07/2018 : 14:36:38  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IZ3ZVO Invia a IZ3ZVO un Messaggio Privato
iz7cdb ha scritto:

IN3ECI ... Santo Subito !!!!
Ti quoto al 100%


Questa è bellissima:
"Molti di loro pensano che un bel giorno la rete telefonica nazionale andrà in crisi ed allora ci saranno i giorni della riscossa, del riscatto sociale e della gloria per tanto tempo derisa dentro sterili 3D su ARIfidenza; si affretteranno a dimostrare ai rinnegati "hobbysti" che la passione per la radio può avere (ancora) risvolti utili alla società"



Io sono fra gli hobbisti secondo cui "servizio" vuol dire solo che ci voleva questa definizione per inserire nel quadro normativo ITU una regolamentazione e giustificare delle assegnazioni di frequenze, però penso anch'io che in caso di evento di proporzioni apocalittiche che paralizza le reti di telecomunicazioni potrei rendermi utile. Certo giudico l'eventualità assai inauspicabile...
Stavo considerando giusto oggi che in caso di scenario post-apocalittico tipo waterworld o codice genesi sarebbe bene avere radio con password all'accensione...








  Firma di IZ3ZVO 



http://www.iz3zvo.altervista.org

Prov.: Belluno  ~ Città: Belluno  ~  Messaggi: 519  ~  Membro dal: 06/04/2013  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

IZ3ZVO

Utente Attivo



Inserito il - 11/07/2018 : 19:43:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IZ3ZVO Invia a IZ3ZVO un Messaggio Privato
Ah, ecco, giusto.
Ma perché il servizio di un radioamatore nel regolamento ITU?
Da un lato, come già detto, perché a un certo punto si dev'essere capito che la radio andava a diventare troppo importante per permettere che ignoti tecnicamente dotati rischiassero di fare casini in giro, e quindi andavano censiti, targati e regolamentati. Inoltre riconoscerli poteva motivarli a fare, studiare, sperimentare e dare contributi, cosa che da pirati (se messi al bando) plausibilmente non avrebbero fatto.

In secondo luogo, perché una volta deciso che in sede ITU si sarebbe fatto questo regolamento che sarebbe stato impegnativo per gli stati membri, esso sarebbe stato uno strumento ideale per definire su base mondiale almeno un insieme minimale di regole omogenee nel globo per i radioamatori senza dover fare negoziati estenuanti stato per stato. Ratifichi il regolamento ITU? Te lo prendi in toto compresa la disciplina elementare del servizio di radioamatore, ed evitiamo un domani di trovarci i radioamatori di uno stato disciplinati secondo le regole di quello stato che chiamano cq dx nella banda nautica mercantile o sulle frequenze per i collegamenti aerei intercontinentali di altri stati.
Sono solo mie illazioni, ma a vista paiono molto plausibili.








  Firma di IZ3ZVO 



http://www.iz3zvo.altervista.org

Prov.: Belluno  ~ Città: Belluno  ~  Messaggi: 519  ~  Membro dal: 06/04/2013  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

I0LYL

Utente Attivo



Inserito il - 12/07/2018 : 23:35:26  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di I0LYL Invia a I0LYL un Messaggio Privato
IN3ECI ha scritto:
...
Per qualcuno invece la parola "servizio" ha ancora un significato reale e considera avere la patente una attività paragonabile ad un lavoro non retribuito. E' considerata una forma di apprendimento seria, lontana dal pressapochismo e dal faceto e spesso si riflette anche nella attività lavorativa del singolo operatore. Sono dotati di utensili per aprire e modificare le radio che acquistano oppure se le costruiscono da soli e comunque non li considererebbero mai degli elettrodomestici al pari di una playstation.

Io appartengo a questa categoria. Ho peccato vostro onore? Se mi paragoni a un CB ma con più frequenze mi girano le eliche. E' legittimo?
IN3ECI ha scritto:
Molti di loro pensano che un bel giorno la rete telefonica nazionale andrà in crisi ed allora ci saranno i giorni della riscossa, del riscatto sociale e della gloria per tanto tempo derisa dentro sterili 3D su ARIfidenza; si affretteranno a dimostrare ai rinnegati "hobbysti" che la passione per la radio può avere (ancora) risvolti utili alla società.

Questa mi pare più una tua fissazione. Fino al terremoto dell'Irpinia non esisteva un servizio di Protezione Civile e in caso di disastri erano i radioamatori che tenevano in vita una rete di collegamenti. Oggi la Protezione Civile è organizzata, istituzionalizzata e funziona bene. Probabilmente i radioamatori come unità spontanee non serviranno mai più... meglio così. Amen. Ma questo non toglie nulla al concetto di servizio. Autoistruzione al servizio della società.
Quando un impiegato del catasto, radioamatore, smanetta con il pc, con i protocolli, con i segnali digitali, con il programa di log e anche con le radio, incidentalmente impara anche qualche cosa di geografia, matematica, fisica, informatica. Magari gli torna utile nel suo lavoro. Hai visto mai?
Se poi è un somaro rimarrà un somaro con la licenza di radioamatore. Ma questo cosa toglie agli altri, a quelli che studiano e cercano di trarre un profitto (non monetario) per ogni minuto dedicato alla radio?

IN3ECI ha scritto:
Non esiste una differenza netta tra "servizio" e "hobby":

Esiste e come. Ancora non hai risposto alla domanda: come mai il ministero a fronte di cinque euro l'anno riserva ai radioamatori tutte quelle frequenze?
Ci deve essere una ragione che a te sfugge, o no?








Modificato da - I0LYL in data 12/07/2018 23:39:20

  Firma di I0LYL 
73
Lucio, IØLYL
SWL I1-12801
https://www.qrz.com/db/I0LYL

http://sohowww.nascom.nasa.gov/data...4/latest.jpg

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: JN61FQ  ~  Messaggi: 598  ~  Membro dal: 12/03/2015  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

I6QFZ

Utente Attivo


Inserito il - 13/07/2018 : 16:38:04  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di I6QFZ  Clicca sul telefono per chiamare con Skype  I6QFZ Invia a I6QFZ un Messaggio Privato
Il bello di questa discussione è che alcuni OM che considerano l'attività radioamatoriale come un hobby , hanno poi la pretesa e si battono a gran voce per ottenere nuove frequenze. Le due cose purtroppo non vanno d'accordo e , oltretutto , se questa attività fosse considerata un hobby alla stregua dell'attività in banda cittadina potremmo scordarci anche la protezione dai radiodisturbi , sulle frequenze dove siamo in servizio primario.
Quindi si può cavillare tranquillamente sul significato di hobby e servizio , ma ringraziamo il legislatore se ancora siamo un servizio
Franco I6QFZ








  Firma di I6QFZ 
Sezione A.R.I. Ascoli Piceno

 Regione Marche  ~ Prov.: Ascoli Piceno  ~ Città: Spinetoli  ~  Messaggi: 849  ~  Membro dal: 03/10/2005  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

ik3pda

Utente Master


Inserito il - 13/07/2018 : 19:37:33  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik3pda Invia a ik3pda un Messaggio Privato
I0LYL ha scritto:
come mai il ministero a fronte di cinque euro l'anno riserva ai radioamatori tutte quelle frequenze?
Ci deve essere una ragione che a te sfugge, o no?


per esempio : non servono, non ha piani per usarle e allora meglio che le usi qualcuno di noto altrimenti qualcun altro se le piglia e poi sloggiarlo è difficile, essendo assegnate secondo accordi ITU non vuole polemiche e/o questioni con altri stati usandole in modo difforme, nessun altro in italia le chiede, il servizio broadcast (che potrebbe avere un interesse a pigliarsele) è morto e sepolto.
fossero frequenze intorno ai 900 mhz sarebbe un po' differente

tranquillo che se lo stato ce le lascia non valgono molto ...








  Firma di ik3pda 
Things need to get worse before they can get better

 Regione Veneto  ~ Prov.: Rovigo  ~ Città: Adria  ~  Messaggi: 2677  ~  Membro dal: 09/12/2004  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

I6QFZ

Utente Attivo


Inserito il - 13/07/2018 : 22:40:32  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di I6QFZ  Clicca sul telefono per chiamare con Skype  I6QFZ Invia a I6QFZ un Messaggio Privato
ik3pda ha scritto:

I0LYL ha scritto:
come mai il ministero a fronte di cinque euro l'anno riserva ai radioamatori tutte quelle frequenze?
Ci deve essere una ragione che a te sfugge, o no?


per esempio : non servono, non ha piani per usarle e allora meglio che le usi qualcuno di noto altrimenti qualcun altro se le piglia e poi sloggiarlo è difficile, essendo assegnate secondo accordi ITU non vuole polemiche e/o questioni con altri stati usandole in modo difforme, nessun altro in italia le chiede, il servizio broadcast (che potrebbe avere un interesse a pigliarsele) è morto e sepolto.
fossero frequenze intorno ai 900 mhz sarebbe un po' differente

tranquillo che se lo stato ce le lascia non valgono molto ...


Ciao

tu dici che le nostre fx in hf non fanno gola ?
https://t.co/uV89a9mki0

Franco I6QFZ








  Firma di I6QFZ 
Sezione A.R.I. Ascoli Piceno

 Regione Marche  ~ Prov.: Ascoli Piceno  ~ Città: Spinetoli  ~  Messaggi: 849  ~  Membro dal: 03/10/2005  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

ik3umt

Utente Senior


Inserito il - 13/07/2018 : 23:03:48  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik3umt Invia a ik3umt un Messaggio Privato
Caspita, mi piacerebbe capire come farebbero ad ottenere velocita' superiori alla fibra ottica in HF

Altro che FT8 ....








  Firma di ik3umt 
Big guns ?? : Un pezzo di tubo a 1 metro da terra !
73 de Federico - IK3UMT - ik3umt@gmail.com



La stazione : http://ik3umt.ir3ip.net/hf.html
Kits per choke e balun ? http://www.ir3dxc.net/balunkit

 Regione Veneto  ~ Prov.: Treviso  ~ Città: Treviso  ~  Messaggi: 1885  ~  Membro dal: 02/10/2006  ~  Ultima visita: 23/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

iz4rtb

Nuovo Utente



Inserito il - 13/07/2018 : 23:52:23  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di iz4rtb Invia a iz4rtb un Messaggio Privato

ik3umt ha scritto:
Non esiste una differenza netta tra "servizio" e "hobby"


No! Non è questo il problema. La differenza è lampante e se invece che a continuare di presumere di poter interpretare le parole in senso personale/fideistico/ideologico ci limitassimo ad affidarci ad un comune dizionario, il senso ci apparirebbe chiaro e inequivocabile. Confondersi è molto facile, come capirai leggendo quanto segue, quando di un significato adottiamo quello che ci è più familiare esperienzalmente senza approfondire...

Piuttosto sembra non esservi grande chiarezza, per molti degli astanti, del vero significato della parola "hobby" il cui inglesismo è usato anche nella nostra lingua proprio perchè non vi sono sinonimi corrispondenti in italiano.
Spesso thread in questi toni nascono per il frettoloso accostamento a concetti come gioco o passatempo, come ho incontrato anche già sopra e che trovo assolutamente errati e fuorvianti in quanto concorrono solo a dare una immagine di inopportuna frivolezza e infimità che la nostra attività non merita di sicuro...

L'hobby è altra cosa. Ciò che lo caratterizza è l'assenza di connotazione professionale, ma non tanto qualitativamente o metodologicamente... solo per il fatto che non persegue uno scopo economico.... i contenuti, la dignità dell'attività e la qualità di chi vi si impegna non sono in discussione. Fra l'altro la gratuità dell'impegno che per me è un fattore di merito, nelle tesi di qualcuno diventa persino quasi elemento di detrazione.

(Quando leggo di gente che sostiene che il radiantismo non è un hobby mi par chiaro che di certo non sanno cos'è un hobby... e sarei anche curioso, già che ci sono, di sentire declinare la loro definizione di radiantismo...)

I popoli cui ciò è chiaro definiscono indifferentemente come hobby e servizio la nostra attività, perchè in realtà la nostra attività è contemporaneamente entrambi compiendosi l'una attraverso l'espletamento dell'altra!.

Cita, con molte meno seghe mentali, Arrl: "What is Ham Radio? Amateur Radio (ham radio) is a popular hobby and service that brings people, electronics and communication together. " Citazione evidenziata già da altri prima di me e ovviamente in lingua inglese.

Per quanto mi riguarda trovo poi più onorevole vedere gente genuinamente e disinteressatamente impegnata in un hobby che vedere molti addetti al "servizio" dargli un taglio pressochè commerciale il più delle volte persino ignoto al fisco, come mi pare intendere dalle mie veloci comparsate sui mercatini virtuali e non.

Forse questa, rispetto al thread originale, è già un'altra storia e forse non ha nemmeno titolo per essere trattata qui...

Ma credo che se la stessa energia fosse impiegata per dirimere cosa è eticamente accettabile e cosa non, per un un radioamatore, (sempre che ci fossimo dimenticati della deontologia già codificata) piuttosto che cosa individualmente ciascheduno di noi ritenga che sia il corretto significato etimologico della parola che definisce l'attività che svolge un radioamatore.... perderemmo meno tempo.

Andare a cavillare sulla giurisprudenza che regola la nostra condizione, poi, è necessario, per carità... e mi sforzerò di darne pedissequa osservanza... ma non dimentico che prima è nato il radioamatore e poi lo hanno regolato con una normativa.

In quel breve lasso di tenpo, magari, c'era parso di farlo per hobby... va a sapere.

Di sicuro io la mia attività la svolgo per slancio personale e per il gusto-passione di svolgerla. Senza ciò non avrebbe avuto nessuna possibilità di svilupparsi. Non ci guadagno nulla (anzi semmai ci spendo senza frutto) e quindi per dirla con gli anglosassoni la faccio praticamente solo per hobby. Fra l'altro chi ne sa un poco di pedagogia sa bene che prospettive di crescita ha il discepolo di una materia cui è costretto e che gli da anche un po sui didimi (non è ostentazione lessicale... è che co****ni non me lo fa proprio scrivere)

Per il servizio militare, sono stato precettato.... ho svolto il mio servizio per diciotto mesi anche qui gratuitamente, con serenità, convinto di condurre comunque una esperienza...ma solo per dovere civico In ogni caso non mi sono certo introdotto nottetempo e insollecitato scavalcando le mura di un centro di reclutamento per togliermi uno sfizio... è stato necessario emanare un atto che limitasse la mia libertà e mi imponesse una condotta e per l'intero periodo non ho potuto godere incondizionatamente di tutte le prerogative di un cittadino comune. Mi è subito apparso chiaro che non potevo più vestirmi, acconciarmi, organizzarmi, impegnarmi o disimpegnarmi come mi pareva, ma subivo una autorità in maniera più invadente di quanto generalmente accade. Li e in quel momento non ero più come tutti gli altri disponendo in quella circostanza di una condizione di diritto giuridicamente limitata. Persino i rapporti con le persone non erano più simmetrici... diverse le gerarchie, macroscopicamente diversi i poteri.

La differenza fra hobby e servizio potrebbe apparentemente sembrar riferita ad attività originate da diverse istanze di diversi attori, entrambe assolte, pur con diversa motivazione. (si osservi nella fattispecie come i termini "servizio" e "attività volontaria - volontariato" non vengano qui disinvoltamente usati promiscuamente e con malintesa sinonimia come in altri contributi. I secondi, nel mio intervento, manco sono considerati quali esempio.).

Se....

Se fosse davvero quello il senso della parola "servizio" così come dovrebbe essere in realtà inteso nella nostra fattispecie.
E purtroppo non è.


All'uopo copio e incollo:

"Radioamatori
(informazioni a cura di CMT-DL)

L’attività di radioamatore è disciplinata dal Capo VII del “ Codice delle Comunicazioni elettroniche” emanato con Decreto Legislativo nr. 259 del 1 agosto 2003.

La definizione del servizio contenuta nell’art. 134, comma 1, è la seguente: “l’attività di radioamatore consiste nell’espletamento di un servizio, svolto in linguaggio chiaro, o con l’uso di codici internazionalmente ammessi, elusivamente su mezzo radioelettrico nelle bande riservate ai radioamatori anche via satellite, di istruzione individuale, di intercomunicazione e di studio tecnico, effettuato da persone che abbiano conseguito la relativa autorizzazione generale e che si interessano della tecnica della radioelettricità a titolo esclusivamente personale senza alcun interesse di natura economica”
"

Praticamente coltivi un hobby attraverso l'espletamento di un servizio.
Occorre capire meglio...se devo interpretare, leggo che quello che faccio lo faccio per me e gratis e quindi "per hobby" e per la questione del "servizio" della quindicina di definizioni che la treccani offre di questa parola credo che il quella più spendibile nella nostra fattispecie sia riferibile al regime di servitù ovvero alla limitazione o sospensione temporanea di alcuni diritti individuali e l’assunzione di particolari obblighi e doveri codificati da precisi regolamenti, ovvero all'assoggettamento ai limiti tipici di questo esercizio
che non può essere svolto in maniera completamente libera e discrezionale....


Quindi servizio inteso non come prestazione volontaria, o turno lavorativo o prestazione remunerata o apertura di palla nel gioco del tennis o sacerdozio o cesso di casa propria. Addirittura nemmeno servizio inteso come attività rivolta ad una comunità, Ma servizio semplicemente come assoggettamento. (radice etimologica: Servitium, servus)

Fossimo in USA che il lucro, la discussione politica, di religione, la comunicazione broadcasting, il turpiloquio, la criptazioine dei contenuti eccetera eccetera eccetera sono consentiti al cittadino nel mondo civile nell'ambito delle proprie prerogative, responsabilità e libertà, ma non sono consentiti al radioamatore nelle frequenze a lui concesse ci apparirebbe lampante, se non altro perchè sono concetti che appaiono in tutti i quiz normativi somministrati ai candidati radioamatori in modo stringato, chiaro e non interpretabile. Ti dicono direttamente quello che puoi o non puoi fare riducendo al minimo le definizioni...prova a sostenere qualcos'altro... A quel punto quasi manco mi devi spiegare che cosa si intende per servizio....

Dovrebbe essere anche chiaro da noi... ma si sa... in italia siamo creativi... interpretiamo... di una parola possiamo scegliere tutti i significati che vogliamo... gia con le parole si diverte il legislatore... figurati il cittadino :-)

E il servizio diventa un pò quello che ci pare tanto da trasformarsi per qualcuno da vincolo a una sorta di onoreficenza o ad un superpotere.

Quando si legge di gente che è convinta di aver svolto un servizio da quanrantanni e si indigna perchè ritiene di non dover coltivare un hobby perchè fare il radioamatore e fare un solitario non sono la stessa cosa (e ha ragione perchè uno è un hobby e l'altro un passatempo) oppure quando leggiamo di gente che ritiene di coltivare un hobby e di non essere tenuto ad osservare l'aspetto di servizio che caratterizza la sua attività, si capisce che forse le cose non ci sono granchè chiare e che abbiamo perso di vista troppi fondamentali sostituendoli con altri autoprodotti.

Per quanto, nella pratica, in fin dei conti abbiamo sempre fatto (più o meno bene) ciò che ci piaceva fare, ottemperando (più o meno bene) a tutto ciò che ci era richiesto, implicitamente, per svolgere correttamente la nostra attività. Tutti noi, indistintamente, e senza nemmeno accorgercene.

Perchè il radioamatore lo fai così oppure stai compiendo un abuso rispetto i precetti che regolano la tua attività. A quel punto non sei più un radioamatore, non sei nemmeno un CB (il quale anch'esso ha i suoi dispositivi da osservare) .... ma sei solo un pirata.

Da pisciarsi sotto dal ridere nel vedere nascere dualismi su questa questione.

Non voglio entrare nel merito di tutto il resto che ho incontrato nella appassionata lettura di questo thread (io a boschi faccio fatica ad andarci) e che secondo me non ha nemmeno tanta aderenza alla questione originaria...
Ma desidero esprimere come, leggendo, mi ha ad un certo punto colto il velato dubbio che forse nel definirci, nel proporci, nel raccontarci riusciamo spesso ad essere troppo supponenti, troppo celebrativi...troppo "pieni di noi" e qualche volta anche in difficoltà a guardarci e misurarci liberandoci da una certa ipocrisia....non di rado mi capita di vedere ridicolmente descritta la nostra condizione (mi sia perdonato l'evidente sarcasmo) come una sorta di semidivinità consentita a pochi e negata a molti, ottenuta a costo di estenuanti studi e tirocini esoterici, in tempi che furono e che ormai non son più ne mai più saranno, di licenze scolpite nella giada in vece delle moderne, vergate con inchiostro escrementizio....... Faccio grazia e non menzione poi di scritti rivelatori di un davvero malcelato disprezzo per chi ci è affine se non altro per entusiasmo o spesso precursore e di altri in cui è evidente un atteggiamento integralista ostentato più nelle chiacchiere di quanto non riesca a riscontrarsi nella prassi e rivelatore di una certa difficoltà cognitiva ad uscire da schemi mentali rigidamente (e irragionevolmente) impostati.
Magari con un pò più di sobrietà e di rispetto potremmo quasi risultare simpatici e rinviare di un pò la nostra estinzione, che oggidì che il radioamatore sia così "figo" come diciamo, ci credono più in pochi, a parte i già menzionati cb che vogliono baloccarsi con più frequenze e che volenti o nolenti sono la stragrande maggioranza di noi (e nemmeno i peggiori, visto che nascere CB non è un peccato originale inemendabile e che a costoro va almeno tributato il riconoscimento di uno sforzo in senso evolutivo che non avrebbe esito, se non fosse supportato da vera passione).

Se appare una qualche vis polemica me ne scuso... non è intenzionale. Ne pretendo di aver raccontato alcunchè di dirimente... ma visto che mi è capitato di leggere praticamente di tutto, mi è parso che ci potesse stare anche il mio.

73








Modificato da - iz4rtb in data 14/07/2018 07:57:23

  Firma di iz4rtb 
mail: mario@iz4rtb.net
web: http://www.iz4rtb.net

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Rimini  ~ Città: santarcangelo di r.  ~  Messaggi: 29  ~  Membro dal: 11/12/2010  ~  Ultima visita: 23/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

IZ3ZVO

Utente Attivo



Inserito il - 14/07/2018 : 09:57:30  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IZ3ZVO Invia a IZ3ZVO un Messaggio Privato
iz4rtb ha scritto:


ik3umt ha scritto:
Non esiste una differenza netta tra "servizio" e "hobby"


[...]
Piuttosto sembra non esservi grande chiarezza, per molti degli astanti, del vero significato della parola "hobby" il cui inglesismo è usato anche nella nostra lingua proprio perchè non vi sono sinonimi corrispondenti in italiano.
Spesso thread in questi toni nascono per il frettoloso accostamento a concetti come gioco o passatempo, come ho incontrato anche già sopra e che trovo assolutamente errati e fuorvianti in quanto concorrono solo a dare una immagine di inopportuna frivolezza e infimità che la nostra attività non merita di sicuro...

L'hobby è altra cosa. Ciò che lo caratterizza è l'assenza di connotazione professionale, ma non tanto qualitativamente o metodologicamente... solo per il fatto che non persegue uno scopo economico.... i contenuti, la dignità dell'attività e la qualità di chi vi si impegna non sono in discussione. Fra l'altro la gratuità dell'impegno che per me è un fattore di merito, nelle tesi di qualcuno diventa persino quasi elemento di detrazione.

(Quando leggo di gente che sostiene che il radiantismo non è un hobby mi par chiaro che di certo non sanno cos'è un hobby... e sarei anche curioso, già che ci sono, di sentire declinare la loro definizione di radiantismo...)


Esattissimo.
Molti respingono sdegnosamente la natura intrinsecamente hobbistica del radiantismo (statuita dalle stesse norme nazionali e internazionali che lo istituzionalizzano) perché focalizzano la loro attenzione non sul nucleo del concetto di hobby (=fatto non per lavoro) ma su significati accessori che vengono da chissà dove (pressapochismo, scarsità tecnica e metodologica eccetera).
Mi è venuto in mente di segnalare un altro caso (oltre a quello dell'ingegnere di formazione che affitta biciclette di mestiere e pubblica foto di Giove su Science per hobby) di hobbista ad alti livelli.
Mi è noto il caso di un professore emerito di sociologia, accademico dei lincei, consulente di non so quanti governi e dell'Unione Europea, direttore di equipe di ricerca ai massimi livelli, che per hobby ha pubblicato libri e articoli scientifici di entomologia. Fossero tutti così gli hobbisti, avremmo meno "alfatango decametrici" che chiamano CQ DX in HF con stazioni integralmente comperate al solo fine di collezionare inutili award e qualcuno in più che inventa qualcosa di nuovo.
Ma mi pare che anche il tipo che ha inventato l'FT8 di formazione e professione sia astronomo e non specializzato in telecomunicazioni. Viva gli hobbisti: ce n'è di veramente tosti.








  Firma di IZ3ZVO 



http://www.iz3zvo.altervista.org

Prov.: Belluno  ~ Città: Belluno  ~  Messaggi: 519  ~  Membro dal: 06/04/2013  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

ik3pda

Utente Master


Inserito il - 14/07/2018 : 10:17:42  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik3pda Invia a ik3pda un Messaggio Privato
I6QFZ ha scritto:
tu dici che le nostre fx in hf non fanno gola ?


in italia, no.
altrove è altra faccenda ... qui si sta discutendo del ns. ministero che lascia usare certe frequenze in italia per 2 spicci a un ristretto gruppo di persone.
certamente il pirata non si cura di nulla visto che è irregolare per definizione ...








  Firma di ik3pda 
Things need to get worse before they can get better

 Regione Veneto  ~ Prov.: Rovigo  ~ Città: Adria  ~  Messaggi: 2677  ~  Membro dal: 09/12/2004  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

I6QFZ

Utente Attivo


Inserito il - 14/07/2018 : 10:36:08  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di I6QFZ  Clicca sul telefono per chiamare con Skype  I6QFZ Invia a I6QFZ un Messaggio Privato
ik3pda ha scritto:

I6QFZ ha scritto:
tu dici che le nostre fx in hf non fanno gola ?


in italia, no.
altrove è altra faccenda ... qui si sta discutendo del ns. ministero che lascia usare certe frequenze in italia per 2 spicci a un ristretto gruppo di persone.
certamente il pirata non si cura di nulla visto che è irregolare per definizione ...



In Italia no…. e su che basi tecniche fai questa affermazione ? In questa discussione ancora non si capisce che la definizione legale di " servizio " e di " studio " è l'unica cosa che ci permette ancora di avere dei privilegi : protezione dai radio disturbi , canoni di esercizio ridicoli , ampia scelta di frequenze .
Ringraziate che il legislatore ancora inquadra la nostra attività come servizio
Franco I6QFZ








Modificato da - I6QFZ in data 14/07/2018 10:43:01

  Firma di I6QFZ 
Sezione A.R.I. Ascoli Piceno

 Regione Marche  ~ Prov.: Ascoli Piceno  ~ Città: Spinetoli  ~  Messaggi: 849  ~  Membro dal: 03/10/2005  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

IK2PCU

Utente Medio


Inserito il - 14/07/2018 : 10:58:12  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo Invia a IK2PCU un Messaggio Privato
IZ3ZVO ha scritto:

iz4rtb ha scritto:


ik3umt ha scritto:
Non esiste una differenza netta tra "servizio" e "hobby"


[...]
Piuttosto sembra non esservi grande chiarezza, per molti degli astanti, del vero significato della parola "hobby" il cui inglesismo è usato anche nella nostra lingua proprio perchè non vi sono sinonimi corrispondenti in italiano.
Spesso thread in questi toni nascono per il frettoloso accostamento a concetti come gioco o passatempo, come ho incontrato anche già sopra e che trovo assolutamente errati e fuorvianti in quanto concorrono solo a dare una immagine di inopportuna frivolezza e infimità che la nostra attività non merita di sicuro...

L'hobby è altra cosa. Ciò che lo caratterizza è l'assenza di connotazione professionale, ma non tanto qualitativamente o metodologicamente... solo per il fatto che non persegue uno scopo economico.... i contenuti, la dignità dell'attività e la qualità di chi vi si impegna non sono in discussione. Fra l'altro la gratuità dell'impegno che per me è un fattore di merito, nelle tesi di qualcuno diventa persino quasi elemento di detrazione.

(Quando leggo di gente che sostiene che il radiantismo non è un hobby mi par chiaro che di certo non sanno cos'è un hobby... e sarei anche curioso, già che ci sono, di sentire declinare la loro definizione di radiantismo...)


Esattissimo.
Molti respingono sdegnosamente la natura intrinsecamente hobbistica del radiantismo (statuita dalle stesse norme nazionali e internazionali che lo istituzionalizzano) perché focalizzano la loro attenzione non sul nucleo del concetto di hobby (=fatto non per lavoro) ma su significati accessori che vengono da chissà dove (pressapochismo, scarsità tecnica e metodologica eccetera).
Mi è venuto in mente di segnalare un altro caso (oltre a quello dell'ingegnere di formazione che affitta biciclette di mestiere e pubblica foto di Giove su Science per hobby) di hobbista ad alti livelli.
Mi è noto il caso di un professore emerito di sociologia, accademico dei lincei, consulente di non so quanti governi e dell'Unione Europea, direttore di equipe di ricerca ai massimi livelli, che per hobby ha pubblicato libri e articoli scientifici di entomologia. Fossero tutti così gli hobbisti, avremmo meno "alfatango decametrici" che chiamano CQ DX in HF con stazioni integralmente comperate al solo fine di collezionare inutili award e qualcuno in più che inventa qualcosa di nuovo.
Ma mi pare che anche il tipo che ha inventato l'FT8 di formazione e professione sia astronomo e non specializzato in telecomunicazioni. Viva gli hobbisti: ce n'è di veramente tosti.

certo che ognuno pensa e poi deve scrivere qui sciocchezze per deliziarci:perchè uno che fa i dx non è un hobbysta ???,magari è anche autocostruttore come me e mi piace anche fare i dx ,per me la radio è un hobby o chiamala passione sin da bambino ,non sono uno scienziato ricercatore perciò non posso pubblicare libri "per hobby" ,ma aiuto volentieri gli amici con l'esperienza di elettronica dovuta al mio lavoro ,al mio hobby
e a più di 40 anni di radio e faccio i dx collezionando" inutili award".Morale qui uno si sveglia al mattino e sbeffeggia come meglio crede il lato del radiantismo che non gli aggrada denigrando chi fà i dx e lodando il professore emerito di sociologia .Ma che ognuno si diverta come crede con la radio senza essere criticato da chi non piacciono certe attività dell'hobby non è possibile ??








  Firma di IK2PCU 
IK2PCU Maurizio

Città: milano  ~  Messaggi: 465  ~  Membro dal: 26/02/2010  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

ik3pda

Utente Master


Inserito il - 14/07/2018 : 12:51:10  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik3pda Invia a ik3pda un Messaggio Privato
I6QFZ ha scritto:
In Italia no…. e su che basi tecniche fai questa affermazione ?


ti risulta che ci sia una qualche proposta per uso alternativo delle frequenze che noi usiamo?
a me no ... però potrei essere in torto.
se nessuno ha piani alternativi ne consegue che sono frequenze che non interessano, in italia almeno.
circa i privilegi ... un po' come i "centurioni" di roma che vorrebbero un albo professionale per passare dall'illegalità alla legalità e continuare a fare quel che fanno, protetti. IMO, dovremmo godere di quel che abbiamo, essere grati al ministero, cercare lo status quo senza pretese di essere speciali. una volta sicuramente ... oggi molto meno.
idea mia eh ...








  Firma di ik3pda 
Things need to get worse before they can get better

 Regione Veneto  ~ Prov.: Rovigo  ~ Città: Adria  ~  Messaggi: 2677  ~  Membro dal: 09/12/2004  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

I6QFZ

Utente Attivo


Inserito il - 14/07/2018 : 13:14:16  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di I6QFZ  Clicca sul telefono per chiamare con Skype  I6QFZ Invia a I6QFZ un Messaggio Privato
ik3pda ha scritto:

I6QFZ ha scritto:
In Italia no…. e su che basi tecniche fai questa affermazione ?


ti risulta che ci sia una qualche proposta per uso alternativo delle frequenze che noi usiamo?
a me no ... però potrei essere in torto.
se nessuno ha piani alternativi ne consegue che sono frequenze che non interessano, in italia almeno.
circa i privilegi ... un po' come i "centurioni" di roma che vorrebbero un albo professionale per passare dall'illegalità alla legalità e continuare a fare quel che fanno, protetti. IMO, dovremmo godere di quel che abbiamo, essere grati al ministero, cercare lo status quo senza pretese di essere speciali. una volta sicuramente ... oggi molto meno.
idea mia eh ...


Le sorprese arrivano quando meno te le aspetti e se manca il requisito essenziale dell'essere definiti servizio non hai più neanche il diritto di aprire bocca su quello che decidono altri .
In ogni modo invocare nuove frequenze , costituire comitati dalla valenza pari a zero e dall'altra parte considerare questo un hobby è una bella contraddizione . L'uno esclude l'altro per ovvi motivi giuridici che tutti dovrebbero avere chiari , forse.
Franco I6QFZ








  Firma di I6QFZ 
Sezione A.R.I. Ascoli Piceno

 Regione Marche  ~ Prov.: Ascoli Piceno  ~ Città: Spinetoli  ~  Messaggi: 849  ~  Membro dal: 03/10/2005  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

ik3pda

Utente Master


Inserito il - 14/07/2018 : 13:42:52  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ik3pda Invia a ik3pda un Messaggio Privato
[quote]I6QFZ ha scritto:
requisito essenziale dell'essere definiti servizio ...

a mio capire lo status di servizio rientra in un do-ut-des. "io" stato dico che sei un servizio, "tu" radioamatore fai qualcosa per la collettività.
anni fa c'era il servizio di comunicazioni di emergenza tant'è che si poteva essere precettati. oggi la PC è autonoma, qualche radioamatore sarà tra i suoi uomini ma la collettività dei radioamatori è tagliata fuori.
quindi cosa facciamo in cambio dello status di "servizio"? non mi viene in mente niente.
usiamo le frequenze in buona misura per diletto personale il che non esclude apprendimento & sperimentazione ma è una cosa personale. al di là della definizione, nella pratica lo vedo come un hobby.

la definizione di "servizio" è restata e va bene che nessuno ci metta mano perché abbiamo solo da perderci. MA meglio non farne una questione ideologica che io almeno non ci vedo molto senso.

repetita iuvant quamquam vexant io sto bene così, non prendo posizioni rigide e mi contento di quel che il ministero ci passa, magari con garbo e pazienza mollerà pure qualcosa in più, se non siamo troppo scocciatori e insistenti e se riusciamo a coltivarci qualche amico all'interno

il tutto ovviamente mia riflessione, nulla impone di essere d'accordo e qualcuno potrebbe arrivare a consegnarmi un foglio di via per andare a quel paese








  Firma di ik3pda 
Things need to get worse before they can get better

 Regione Veneto  ~ Prov.: Rovigo  ~ Città: Adria  ~  Messaggi: 2677  ~  Membro dal: 09/12/2004  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

iz4rtb

Nuovo Utente



Inserito il - 14/07/2018 : 14:19:39  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di iz4rtb Invia a iz4rtb un Messaggio Privato
I6QFZ ha scritto:
Le sorprese arrivano quando meno te le aspetti e se manca il requisito essenziale dell'essere definiti servizio non hai più neanche il diritto di aprire bocca su quello che decidono altri .


Franco... rispondo a te ma in realtà mi rivolgo ad una più ampia platea facendo riferimenti anche a messaggi di altri....ci ho provato, sopra, a interpretare sensatamente il concetto di Servizio, basandomi sull'evidenza. Ovvero sulla definizione giuridica della nostra attività che essendo oggetto di giurisprudenza non è che sia granchè opinabile. Siamo assoggettati ad un servizio...non è che stiamo a discutere di diritti. Godiamo di autorizzazioni, di benefici eccetera eccetera secondo modalità che non definiamo noi e che esprimono i limiti del consentito. Operiamo in un campo che ci è praticabile per una sorta di grazia ricevuta e che non abbiamo conquistato tirando i bulloni con la fionda da sopra le barricate. L'etere non ci appartiene ma ci viene consentito a precise condizioni.

Il caldeggiamento di nuove prerogative è cosa che è completamente estranea al trattato. Si parlava di approfondire circa i significati di 'hobby' e 'servizio' perchè taluni non accontentandosi del significato inrinseco delle parole, provano ad arricchirle con contributi interpretativi personali. Le parole sono importanti come diceva Nanni Moretti.... lo sono perchè se utilizzate con appropriatezza restituiscono un significato univoco, ovvero comune a tutti.

Ciò cui fai rifermimento non appartiene alla sfera del servizio e dell'hobby... al massimo la puoi considerare una attività lobbistica, che non ha niente a che vedere con gli scopi centrali della nostra attività ma che viene legittimamente svolta in forma collettiva ed organizzata nel nostro interesse per consentirci ambiti di sperimentazione ed esercizio più ampi. Ma nel nostro campo di attività decidono altri perchè legittimamente la decisione spetta ad altri e noi ne siamo assoggettati in una logica di servizio.

Ti devi rassegnare all'idea che l'etere non è una democrazia. Che per praticarlo ci sono richiesti titoli, autorizzazioni e tasse (se fosse oggetto di diritto non ci sarebbero richiesti) che non deteniamo alcuna sovranità oltre ad un affidamento d'uso pesantemente condizionato e peraltro facilmente ridiimensionabile con un provvedimento del dicastero competente....

O sono io che sono fuori dal mondo o proprio fatico a capire....non è che in questo paese le cose si definiscano con sintesi, dal punto di vista normativo... Anzi trovo che vi sia una stratificazione tale da non facilitarne la comprensione. Ma non in questo caso.

Ti garantisco, se riesci a fare un atto di fede, che in queste siamo inequivocabilmente definiti servizio e viene indicato in modo preciso ed esaustivo cos'è che ci caratterizza in un servizio, così come è rimarcata, sempre in via normativa la caratteristica hobbistica della nostra attività.

Il tutto condensato in una trentina di parole di un singolo articolo di un testo di legge che sembra che nessuno sia in grado di cacciarsi in testa confermando clamorosamente che le cose semplici, per noi italiani, non vanno bene.

Tutto il resto è frutto di un esercizio accademicamente speculativo, in cui è assolutamente legittimo incontrarsi sostenendo anche posizioni errate nella forma o nel contenuto, nel rispetto dei suoi interlocutori. Ma non fa giurisprudenza... in realtà non fa nemmeno opinione... fa equivoco...ma nessuno è perfetto.

L'incapacità di rivedere una convinzione imperfetta sulla quale abbiamo fondato magari per decenni il nostro agire, poi, è già meno tollerabile, specie quando si infarcisce la discussione con elementi ideologici, spontaneistici e strumentali (consapevolmente o meno) per distrarre dall'evidenza e dall'oggettivo.

Non esistono radioamatori "secondo me". Possiamo avere tutte le opinioni che vogliamo, ma poi siamo tenuti ad esercitare nelle modalità "secondo loro" e con una certa osservanza dell'aspetto relativo al carattere di servizio, assoggettamento, servitù che dir si voglia della nostra attività, che non è un aspetto residuale ma è tutt'ora centrale ed essenziale e che nulla, ma proprio nulla ha a che vedere con il presunto statuto per cui "do ut des" ed i presunti aspetti socialmente utilitaristici che molti di noi continuano pertinacemente a tirar fuori nei commenti, testimoniando clamorosamente che è possibile essere radioamatori senza aver chiaro cosa sono i radioamatori.








Modificato da - iz4rtb in data 14/07/2018 15:24:47

  Firma di iz4rtb 
mail: mario@iz4rtb.net
web: http://www.iz4rtb.net

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Rimini  ~ Città: santarcangelo di r.  ~  Messaggi: 29  ~  Membro dal: 11/12/2010  ~  Ultima visita: 23/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

IN3ECI

Utente Master



Inserito il - 16/07/2018 : 07:30:54  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IN3ECI Invia a IN3ECI un Messaggio Privato
I0LYL ha scritto:
Io appartengo a questa categoria. Ho peccato vostro onore? Se mi paragoni a un CB ma con più frequenze mi girano le eliche. E' legittimo


MI dispiace che per qualcuno questo dibattito sia stato semplificato a una banale lista minimalista di "buoni" e "cattivi", ma evidentemente fa comodo così. Non è mai stato fatto nei miei interventi una discriminazione in negativo tra "hobbysti" e "servizievoli" ho fatto solo una spietata considerazione sul fatto che si continua a definirlo servizio anche se quasi tutti ormai con le radio ci giocano e sono felici di farlo.. chiamiamo le cose con il loro nome e finiamola con queste ipocrisie un tot al chilo.. cercare di capire cose siamo diventati è il primo passo giusto verso la riabilitazione sociale del nostro hobby se è questo quello che davvero vogliamo. Inutile continuare a fare dei distinguo sul fatto che in giro qualche panda protetto dal wwf ancora fa artigianato radioamatoriale, è ovvio che non tutti giocano con le radio, infatti ho ipotizzato un 10% che ancora ci crede e segue alla lettera i dettami del "commauno".. ma bisogna agire in modo collegiale non per singolarità.
Se solo per avere i 70 Mhz oppure i 5Mhz si attivano singolarità che si battono per avere le frequenze che poi nessuno nemmeno si accorge di avere oppure è una rottura dover cambiare o accordare le proprie antenne o acquistare nuove radio che coprano anche queste frequenze per poterle usare.. è evidente che nella nostra comunità c'è un disagio irrisolto.

I0LYL ha scritto:

(...) Ma questo non toglie nulla al concetto di servizio. Autoistruzione al servizio della società.(...) Magari gli torna utile nel suo lavoro. Hai visto mai? (...)Ma questo cosa toglie agli altri, a quelli che studiano e cercano di trarre un profitto (non monetario) per ogni minuto dedicato alla radio?



autoistruzione al servizio della SOCIETA' che poi gli torna utile nel SUO lavoro.. esatto è quello che voglio dire.. il massimo di servizio possibile solo verso se stessi.. la società non ha più bisogno delle esperienze radioamatoriali, il massimo che può succedere è richiederci a vicenda pareri o aiuti tra noi.. servizi o aiuti reciproci tra persone che più o meno sanno di cosa si sta parlando quando sentono le parole "valvola" oppure "antenna" oppure "FT8".. che poi è anche il senso di svariati forum a tema come arifidenza. i "servizi" che ci scambiamo qui dentro è il massimo del "servizio" che può produrre una attività come la nostra.

I0LYL ha scritto:

[((Non esiste una differenza netta tra "servizio" e "hobby")) Esiste e come. Ancora non hai risposto alla domanda: come mai il ministero a fronte di cinque euro l'anno riserva ai radioamatori tutte quelle frequenze?
Ci deve essere una ragione che a te sfugge, o no?


[b] la ragione non mi sfugge e se leggi con attenzione tutti i miei passaggi precedenti, qui dentro e altrove, ti risulterà evidente che ho già risposto. Ho il sospetto che il 10% lo consideri un servizio per il fatto che, se non fosse così, non avremo più lo scogli a cui rimanere attaccati in caso di "purga" governativa ed il restante 90% non ha nulla da eccepire perchè così può continuare a pagare l'obolo dei 5 euro e giocare spensierato senza doversi cercare un nuovo gioco nel caso la sua licenza improvvisamente venisse revocata e dovesse disfarsi della radio e tornare alla playstation.. Consiste in questo il "cemento" che ancora unisce l'unità radioamatoriale ? ci sentiamo parte di una grande famiglia solo perchè paghiamo tutti 5 euro all'anno, cos'è? un abbonamento al club? davvero siamo incrostati come dei molluschi sullo scoglio del "servizio" per evitare di essere spazzati via? spero proprio di no ma ho seri dubbi..








  Firma di IN3ECI 
FT-817 + Dolomiti.. what else ?
http://www.in3eci.it
IQRP 834
http://aprs.fi/#!mt=roadmap&z=16&ca...00&tail=3600

Città: BOLZANO  ~  Messaggi: 2280  ~  Membro dal: 27/09/2009  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

I0LYL

Utente Attivo



Inserito il - 17/07/2018 : 00:23:37  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di I0LYL Invia a I0LYL un Messaggio Privato
http://www.arrl.org/news/radio-tech...-cave-rescue







  Firma di I0LYL 
73
Lucio, IØLYL
SWL I1-12801
https://www.qrz.com/db/I0LYL

http://sohowww.nascom.nasa.gov/data...4/latest.jpg

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: JN61FQ  ~  Messaggi: 598  ~  Membro dal: 12/03/2015  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

IN3ECI

Utente Master



Inserito il - 17/07/2018 : 07:23:03  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di IN3ECI Invia a IN3ECI un Messaggio Privato


grazie del coppia-incolla: chissà quanto tempo hai impiegato per trovare questo link... ma non serve andare puntualizzare ogni mia parola, per uppare di nuovo questo tread in cima alla lista di "domande e risposte".. cerca di intuire il concetto che c'è dietro a questa discussione.
Va bene lo riconosco : hai trovato qualcuno ( nel mondo) che costruisce radio che comunicano attraverso le rocce e riporti esultante il risultato per dimostrare che cosa? che il radiantismo non è un hobby? che invece siamo tutti dei potenziali costruttori di radio per miniere e che non è vero che impieghiamo il tempo a giocare con le nostre apparecchiature ? ci credi davvero, sei proprio convinto che il 100% di noi si riconosca in questo profilo?

Per tornare alle mie stime: 2.000.000 è il numero di radioamatori "nel mondo"; Il 10% di due milioni è 200.000; ovviamente ci saranno sicuramente duecentomila radioamatori su questo pianeta ( è pur sempre una persona vivente ogni 35.000! ) che rispettano il "commauno" e che hanno fatto del proprio hobby una professione ( o viceversa) e avranno quindi le conoscenze tecniche tali da realizzare una radio che trasmetta attraverso le rocce.. i conti tornano.. la mia tristezza molto meno..









  Firma di IN3ECI 
FT-817 + Dolomiti.. what else ?
http://www.in3eci.it
IQRP 834
http://aprs.fi/#!mt=roadmap&z=16&ca...00&tail=3600

Città: BOLZANO  ~  Messaggi: 2280  ~  Membro dal: 27/09/2009  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

I0LYL

Utente Attivo



Inserito il - 17/07/2018 : 11:45:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di I0LYL Invia a I0LYL un Messaggio Privato
IN3ECI ha scritto:



grazie del coppia-incolla: chissà quanto tempo hai impiegato per trovare questo link... ma non serve andare puntualizzare ogni mia parola, per uppare di nuovo questo tread in cima alla lista di "domande e risposte".. cerca di intuire il concetto che c'è dietro a questa discussione.
Va bene lo riconosco : hai trovato qualcuno ( nel mondo) che costruisce radio che comunicano attraverso le rocce e riporti esultante il risultato per dimostrare che cosa? che il radiantismo non è un hobby? che invece siamo tutti dei potenziali costruttori di radio per miniere e che non è vero che impieghiamo il tempo a giocare con le nostre apparecchiature


Pensi che io abbia perso tempo a cercare qualcosa per convincere te e per spiegarti chi sono i radioamatori?
perdonami, hai capito male. Si da il caso che io legga molto, ho trovato quell'articolo attinente a questa discussione. Punto.


IN3ECI ha scritto:
Per tornare alle mie stime: 2.000.000 è il numero di radioamatori "nel mondo"; Il 10% di due milioni è 200.000; ovviamente ci saranno sicuramente duecentomila radioamatori su questo pianeta ( è pur sempre una persona vivente ogni 35.000! ) che rispettano il "commauno" e che hanno fatto del proprio hobby una professione ( o viceversa) e avranno quindi le conoscenze tecniche tali da realizzare una radio che trasmetta attraverso le rocce.. i conti tornano.. la mia tristezza molto meno..



Continui a non capire. Del commauno frega una mazza a nessuno. Tutto ruota intorno al concetto di autoistruzione. Io Stato ti concedo delle frequenze su tutto lo spettro. Tu Radiamatore ti impegni a studiare a tue spese. Le conoscenze che il Radioamataore acquisisce svolgendo la sua attività possono tornare utili alla società. I conti tornano fino a quando tornano a giudizio degli Stati.
Attenzione: parlo di Stati non dello stato italiano. La materia è regolamentata a livello internazionale e i singoli stati hanno pochi margini di manovra. Per fortuna.

IN3ECI ha scritto:
ci credi davvero, sei proprio convinto che il 100% di noi si riconosca in questo profilo?


Perdona la franchezza: non me ne frega una mazza...








  Firma di I0LYL 
73
Lucio, IØLYL
SWL I1-12801
https://www.qrz.com/db/I0LYL

http://sohowww.nascom.nasa.gov/data...4/latest.jpg

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: JN61FQ  ~  Messaggi: 598  ~  Membro dal: 12/03/2015  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

i3mdu

Utente Medio



Inserito il - 17/07/2018 : 13:15:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di i3mdu Invia a i3mdu un Messaggio Privato
aggiungo anch'io una considerazione, per quello che può valere

la traduzione dall' inglese o francese , probabili lingue di prima estensione del regolamento ITU, di "service" nell' italiano "servizio" è forse mal interpretabile e riduttiva.

Tra i tanti significati inglesi di "service" appare anche quello di "useful function" che forse è quello più attinente alla definizione dell' attività di radioamatore non dal punto di vista del semplice hobby come collezionare farfalle o francobolli.

E ritengo che tale "useful function" sia stata quella che ha concesso l' utilizzo dell' attività radioamatoriale in passato anche in paesi dove la libertà fosse meno garantita che da noi, appunto per la motivazione che spingeva molti ad apprendere facendo anche risparmiare risorse allo stato che si ritrovava persone già con una buona preparazione tecnica quantomeno di base.

Se fosse stato solo un hobby non credo ciò sarebbe stato possibile.

Non me ne voglia l' amico che afferma che l' esistenza di norme e regolamenti sul nostro servizio non gli importa.
Tanto vale a dire che si può parcheggiare in seconda o terza fila o andare contromano !!
Le regole esistono ed andrebbero osservate, poi esiste anche una questione diciamo etica/morale ma qui si va sul filosofico poco sentito ai nostri tempi ovunque.

Poi certo il mondo cambia, più o meno, molti restavano su altre frequenze ritenendo che l' esame fosse difficile , specie quello in cw, ma con la sua abolizione e la trasformazine da un esame scritto ad un quiz a crocette è scesa la difficoltà ed in molti si sono decisi a fare il passaggio.

Molti erano già bravi, volenterosi, interessati e motivati con una buona preparazione, molti altri erano solo, mi si passi il termine, dei chiacchieroni in senso buono, ossia che vedevano la radio come un mezzo "social" antelitteram e tale è rimasto.

Ho conosciuto molti che dopo aver collezionato tutti i countries su tutte le gamme sono scomparsi dalla radio, l' hanno venduta, hanno cambiato "hobby" non trovandoci più nulla di interesante.
Molti l' hanno ancora ma non l' accendono più.

Ho iniziato a fare l' swl e bcl negli anni '60, la licenza è del '72, ed ancora oggi cerco d' imparare qualcosa, usare tecniche e strumenti nuovi, seppur con meno tempo e più fatica.

Si lo so potrò sembrare sciocco ma per me questo è ancora il fascino della radio.

Questo, a mio avviso, è forse, un po', la visione di come stanno le cose.
Comunque buon divertimento a tutti con la radio e buone ferie.
73 es 72
mike mdu








  Firma di i3mdu 
Sezione ARI Venezia
G-QRP nr 817 - I-QRP nr 98 - ARCI QRP 5671
www.i3mdu.it

 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: Venezia  ~  Messaggi: 295  ~  Membro dal: 12/05/2005  ~  Ultima visita: 21/09/2018 Torna all'inizio della Pagina

in3jrz

Utente Attivo



Inserito il - 17/07/2018 : 14:08:00  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di in3jrz  Clicca sul telefono per chiamare con Skype  in3jrz Invia a in3jrz un Messaggio Privato
Quando accendo la radio mi diverto sotto tutti i suoi aspetti che puo' variare da persona a persona. Se poi posso essere d' aiuto a qualcun' altro o far vedere la mia attivita' di radioamatore ben venga. E non vado certo a chiedermi se e' un sevizio od un hobby. Basta che piaccia a me!!







  Firma di in3jrz 
73 de Fabio IN3JRZ
------------------







ex - IW3AMK

SWL IN3-066

Skype: IN3JRZ - FABIO


VITA DURA PER NOI.... OM.



 Regione Trentino - Alto Adige  ~ Prov.: Bolzano  ~ Città: Merano  ~  Messaggi: 888  ~  Membro dal: 19/03/2006  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

I4LCK

Utente Master


Inserito il - 17/07/2018 : 16:43:38  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di I4LCK  Clicca sul telefono per chiamare con Skype  I4LCK Invia a I4LCK un Messaggio Privato
I0LYL ha scritto:

IN3ECI ha scritto:



grazie del coppia-incolla: chissà quanto tempo hai impiegato per trovare questo link... ma non serve andare puntualizzare ogni mia parola, per uppare di nuovo questo tread in cima alla lista di "domande e risposte".. cerca di intuire il concetto che c'è dietro a questa discussione.
Va bene lo riconosco : hai trovato qualcuno ( nel mondo) che costruisce radio che comunicano attraverso le rocce e riporti esultante il risultato per dimostrare che cosa? che il radiantismo non è un hobby? che invece siamo tutti dei potenziali costruttori di radio per miniere e che non è vero che impieghiamo il tempo a giocare con le nostre apparecchiature


Pensi che io abbia perso tempo a cercare qualcosa per convincere te e per spiegarti chi sono i radioamatori?
perdonami, hai capito male. Si da il caso che io legga molto, ho trovato quell'articolo attinente a questa discussione. Punto.


IN3ECI ha scritto:
Per tornare alle mie stime: 2.000.000 è il numero di radioamatori "nel mondo"; Il 10% di due milioni è 200.000; ovviamente ci saranno sicuramente duecentomila radioamatori su questo pianeta ( è pur sempre una persona vivente ogni 35.000! ) che rispettano il "commauno" e che hanno fatto del proprio hobby una professione ( o viceversa) e avranno quindi le conoscenze tecniche tali da realizzare una radio che trasmetta attraverso le rocce.. i conti tornano.. la mia tristezza molto meno..



Continui a non capire. Del commauno frega una mazza a nessuno. Tutto ruota intorno al concetto di autoistruzione. Io Stato ti concedo delle frequenze su tutto lo spettro. Tu Radiamatore ti impegni a studiare a tue spese. Le conoscenze che il Radioamataore acquisisce svolgendo la sua attività possono tornare utili alla società. I conti tornano fino a quando tornano a giudizio degli Stati.
Attenzione: parlo di Stati non dello stato italiano. La materia è regolamentata a livello internazionale e i singoli stati hanno pochi margini di manovra. Per fortuna.

IN3ECI ha scritto:
ci credi davvero, sei proprio convinto che il 100% di noi si riconosca in questo profilo?


Perdona la franchezza: non me ne frega una mazza...


HI LUCIO ed agli altri colleghi che seguono la discussione ! TKS per l'interesse !
Non desideravo intervenire ulteriormente in una discussione ritenendo sia deragliata dallo scopo principale di chiarire l'attività radioamatoriale sia legale che operativa!.l
Quando leggo certi interventi di personaggi che non comprendono quanto scritto o lo interpretano secondo le loro fantasiose convinzioni veramente confuse penso sia doveroso puntualizzare al neo cavaliere dell' "hobby" il DONCHISCIOTTE Bolzanino supportato dal ronzinante scudiero Bellunese postando ,oltre a tante idee confuse ed inconcludenti,..oltre al menefeghismo dichiarato del poco rispetto alle autorità preposte: ITU,MISE,IARU ,CEPT preposte ,anche la frase :
..." IL RADIANTISMO è ESCLUSIVAMENTE SERVIZIO O ESCLUSIVAMENTE HOBBY ".???...
Il radiantismo è una attività mondiale legale definita e normata dalla I.T.U. dal Ministero MISE e dalla I.A.R.U..
Che sia interpretato in varie modalità,forme e motivazioni ,sempre nel rispetto delle Leggi ,normative,educazione e rispetto nella operatività (da non pochi sconosciute. o ignorate..il forum ne è testimone !) dipende dall'interesse e sensibilità personale.
Voler identificare questa attività una "ESCLUSIVA" nelle sue molteplici forme è inopportuno, non appropriato e non corrispondente alla realtà. Non sono mai state citate,scritte e tantomeno lette queste definizioni assolutamente FALSE, e LIMITATIVE e DIFFAMATORIE degli interessi personali !.
Nel MIO PRIMO SPOT ho elencato l'attività di alcuni colleghi ,non certo professionisti !,che oltre al divertimento si attivano in ricerche ,sperimentazioni ,studi.modalità operative,servizi civili mettendole a disposizione sopratutto in particolari situazioni a favore della collettività,per dimostrare la presenza , l'attenzione e la sensibilità degli Stati ,ma anche alla amicizia fra le comunità grazie al mezzo delle radiocomunicazioni ricevendo ,come scritto e documentato, riconoscimenti ed encomi per il loro impegno.
Per queste attività è riconosciuta e legalizzata l'importanza del SERVIZIO radioamatoriale a prescindere da come viene interpretato ed attivato; nonostante i novelli DONCHISCIOTTE & Co. pensano demolirlo come i vecchi mulini a vento...i quali ,essendo ancora ben solidi e resistenti,come il radiantismo, non crolleranno nè ora tantomeno nel futuro seguendo post di certi sprovveduti cavalieri dell' "HOBBY ..." facilmente attivabile e permesso in altra o altre bande indirizzate ed attivate al citato HOBBYSMO...!

Grato per l'attenzione,73"
de I4LCK Franco








Modificato da - I4LCK in data 17/07/2018 16:56:57

  Firma di I4LCK 
I4LCK RUOLO D'ONORE, SOCIO
oltre i 60 anni
TOP HONOUR ROLL Nr 89
Associazione Radioamatori Italiani -
Sezione ARI -
""G.SINIGAGLIA I4BBE"" BOLOGNA
Il RADIANTISMO NON è un HOBBY ( traduzione di.... perdita di tempo....) ma un SERVIZIO DI ISTRUZIONE INDIVIDUALE ecc. ecc. (definizione universale della I-T-U- ) Rammentiamolo!

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Bologna  ~ Città: San Lazzaro  ~  Messaggi: 2657  ~  Membro dal: 18/02/2006  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione  
Pagina Successiva
  Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:

Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,98 secondi.